NDERF Home Page NDE recenti Inviaci la Tua NDE

NDE di Yolanthe vM

Esperienza riportata il 4/29/02:

Mi chiamo Yolanthe e il mio spirito mi ha dato e trasmesso molta conoscenza. Quando lasciai il mio corpo nel 1988 (un cavallo mi è caduto sulla testa) mi sono ritrovata nella luce mentre salivo. Ho lasciato il mio cervello, il mio corpo là, in basso, non sentendo alcun dolore. E’ lo spirito di ognuno di noi che continua ad esistere. Ho imparato ad usare la mia mente per aiutare le persone, ad usare la mia energia, ad essere in controllo della mia mente e non lasciare che nessuno ne prenda il controllo. Sono una persona, senza essere un burattino per quanto riguarda il credo religioso. Questo è ciò che sono. Credere in Dio è l’inferno, poiché allora io soffrivo a causa di illusioni, a causa di persone che volevano, che cercavano di dominarmi. Essere una persona libera significa amare la vita, godendo di tutti i vantaggi, amando ciascuno per quello che è. Se avessi conservato un credo, non avrei accettato tutto ciò che è vivo, includendo altre dimensioni. Credere è darsi dei limiti. La vita continua e io so che mio padre, al momento fuori dal corpo, diventerà mio nipote. E’ sua la scelta, da persona libera! Sono stata la mia bisnonna, e scelsi di stare con mia figlia, ossia mia nonna. Sono e rimarrò una persona libera. Questa è una breve introduzione.

 

Seconda Experienza riportata il 2/7/04:

Salii verso un raggio di luce e fui fermata da qualcuno che mi chiese “Credi in Dio?” Io risposi “Si” e dovetti lasciare la luce, attraverso un arco di colore blu intenso. Lì vidi mia nonna che era così emozionata nel vedermi lì, e mi disse che papà si sarebbe preso cura di me. Vidi papà in una vecchia barca insieme a mio fratello Diederic, che morì all’età di 6 anni, mentre io ne avevo 1. Rimasi lì a lungo, ma fuori dalla barca. Papà mi chiese se volessi restare o ritornare. Non avevo tempo di rispondergli, ma mi ritrovai vicino al letto di mia figlia, allora di 10 anni. La abbracciai, la baciai e le dissi che le volevo bene e che ero felice, ma lei non mi vide né mi sentì, e piangendo diceva “Mamma non morire”, o parole simili. Lo stesso accadde con mio figlio che all’epoca aveva 14 anni.

Io ero più che agitata e papà lo vide, così ritornai ma vidi che i miei figli emanavano luce e mio marito era nell’oscurità. Poi, mentre ritornavo, vidi Richard C che mi disse di suonare la sua musica così da ristabilirmi.

Mi svegliai, ma non avevo memoria, mio padre stava chiamando mia mamma Carla e Francis, la ragazza di mio fratello che viene chiamata Peggy. Riconoscevo mio figlio Daniel ma non mia figlia. Papà era un grande architetto e io feci i disegni automaticamente, sebbene non avessi alcuna qualifica.

Mi ci volle molto tempo per adattarmi ad essere di nuovo me stessa, e a lasciar andare papà, sebbene talvolta lui sta proprio accanto a me, quando ne ho bisogno per qualche motivo. Mia nonna era una grande artista, faceva ritratti di persone famose come i giudici. Non ritraeva solo i volti, ma la loro personalità. Non c’é da meravigliarsi se talvolta le mani sembravano orribili!

La mia arte non punta all’esteriorità, ma mira all’interiorità, ed alcuni dei miei ritratti non assomigliano affatto a ciò che si vede. So che ci sono molti altri artisti che fanno le stesse cose, così quelle persone devono aiutare coloro a cui hanno fatto del male in passato, di modo da avere uno spirito leggero, così da trasmettere agli artisti la loro positività!

Lo scrivere per me è solo trasferimento di pensiero. La poesia scaturisce quando un individuo è un poeta!

 

Medicinali o sostanze che avrebbero potuto influenzare l'esperienza?   

Si. Prendevo il Tegretol e il Dilantin, che mi hanno etichettata come “diversa” nella società.

No.

E' difficile ripetere l'esperienza a parole?

No.

Si. La mia famiglia non avrebbe accettato la mia esperienza, e tutt’ora non la accetta, ma sto cercando pazientemente di far loro comprendere questa cosa. Mia mamma pensa ancora che le idee della United Church siano corrette, e io so che sono sbagliate, sono a mio agio su questo argomento, perché il mio spirito e i miei sentimenti sono in accordo su questo argomento.

Al momento dell'esperienza la sua vita era in pericolo? 

Si. Per 8 giorni fui attaccata a dei macchinari.

Caddi da cavallo che mi finì sulla testa, così riportai lesioni cerebrali. Fui dichiarata clinicamente morta e rimasi in quello stato per 8 giorni, e i miei figli sapevano che avevo poche possibilità di farcela.

Come erano il tuo livello di autoconsapevolezza e coscienza in quel momento?  

Super!

Molto, molto vivido, ed è rimasto così come se fosse accaduto ieri!

Era come un sogno?

No.

Ti sembrò che la coscienza si separava dal corpo?

Si. WOW!  Meraviglioso!

Ero una persona libera, salendo lungo il raggio di luce. Non vidi o guardai affatto il mio corpo.

Suoni o rumori insoliti?

Papà, e Richard C, mio figlio e mia figlia.

Ho sentito vagamente una musica, ma nessun rumore da papà, tuttavia ricevevo i suoi pensieri. Ho sentito i miei figli piangere quando andai da loro, e questo mi ha scosso. Quando tornai, sentii Richard C dirmi di suonare la sua musica così da ristabilirmi.

Sei passato per un tunnel?

No

Hai visto una luce? 

Si, fino a quando dissi di credere in Dio.

Salii verso un raggio di luce, e fui fermata da qualcuno che mi chiese se credevo in Dio. Dopo aver detto “si”, dovetti lasciare la luce e dirigermi verso un arco dove vidi mia nonna. Il resto è nella domanda 4.

Hai incontrato o visto altri esseri?

Si. Mia nonna, mio papà, Diederic, Richard C, mio figlio e mia figlia.

Mia nonna, mio papà e mio fratello, poi mentre tornavo, Richard C.

Hai avuto una rivisitazione della tua vita trascorsa?

No.

Hai avuto nozione di eventi che in seguito si siano potute verificare come esatte?

Si, mio fratello divenne mio nipote quello stesso anno.

Vidi i miei due figli e mio marito come fotografie. I miei figli emanavano luce e mio marito era nell’oscurità. Chiesi a papà quale religione dovevo seguire e lui fu piuttosto sorpreso dalla mia domanda ma rispose “La più vicina alla verità è il Buddismo”. So che non è la verità, ma è abbastanza vicina, con i chakra ecc.

Hai visitato altri luoghi o paesaggi, livelli e dimensioni?

Si. Solo una luce blu, con vecchie barche che avevano bisogno di essere riparate.

Spazio e tempo ti sembravano alterati?

Si. Il mio spirito può restare un giorno intero a Parigi, e solamente 30 minuti su un autobus, in realtà! Non esistono limiti di tempo per il mio spirito, neppure per il vostro!

Ho visto persone in salute là, prive di qualunque ricordo di dolore. Non mi ricordo neanche più dell’incidente!

Hai avuto la sensazione di possedere una qualche conoscenza o sapienza speciale?

Si. Creo la mia vita, il mio futuro, il modo che sento giusto per me! La mia mente risponde a tutte le domande di modo che capisco.

Uso semplicemente la mia lunghezza d’onda per pensare, per trasferire il pensiero da e verso di me Tutte le domande che ho e che ebbi hanno una risposta. Alcune risposte necessitano una conoscenza di base, come 1+1 = 2, prima di passare a 12*12 =144! Domande come “perché ho avuto quest’esperienza?” mi vengono in mente. Risposta: Amo tutto ciò che c’é ora, e ho appreso così tanto da quando ebbi l’incidente!

Hai raggiunto una qualche struttura limitante o un confine?

No, non ci sono limiti per la mia mente, così non ci sono confini! All’epoca non ero consapevole di questo principio!

Si. La barriera o confine è credere in una potenza o un essere superiore. Dare luce significa non chiedere a nessuno di aiutarti. La religione è piena di conflitti, che causano guerre ecc., sia nella mente che nella realtà.

Hai acquisito cognizione di eventi futuri?

Si, moltissimo, sono in grado di sapere prima quello che accadrà l’indomani. Sarei in grado di reagire a diverse circostanze. La mia mente mi prepara, senza influenze esterne.

Ho scritto non solamente ciò che ho visto, ma quello che la mia mente mi trasmette. Ci sono montagne di dati immagazzinati con tutte le informazioni. Quello è il luogo che identifico come il passato.

Sei stata coinvolta in decisioni riguardo al ritorno nel corpo fisico?

Si, decisi di ritornare perché non potevo rimanere in contatto con i miei figli.

Si, decisi di ritornare perché i miei figli avevano bisogno di me, e perché ero scioccata dal non poter mettermi in contatto con loro.

Ritieni di avere posseduto sensazioni o poteri psichici prima di questa esperienza?

Si. Li avevo, nella mia mente, solo che non lo sapevo. Tutti li hanno, ed é ora che usino ciò che hanno!

Ho imparato ad usare tutte queste facoltà che ignoravo di avere. Ce ne sono così tante. Avere capacità paranormali significa lasciar fluire le idee che ritieni siano importanti. Paranormale. Penso di essere normale cosicché niente è paranormale. Essere artista è un pò come essere pazzo, si vede la gente interiormente, così faccio i ritratti di come li vedo. Estremamente accurati. E ci guadagno.

La tua vita o le tue credenze sono cambiate dopo questa esperienza?

Si. Le persone che hanno un credo religioso cercano di limitarmi a quello in cui credono. Sono una persona libera ora, e voglio restare così.

L'esperienza ha influenzato il tuo rapporto con gli altri? Con la vita quotidiana, la pratica religiosa, la carriera eccetera?

Amo le persone per quello che sono. La vita di tutti i giorni? Aiutare una persona al giorno, e amare ciò che ho ottenuto! Quale carriera? Aiuto le persone negli ospedali, volontariamente, perché amo farlo.

Prendo le persone per quello che sono e mi concentro sugli aspetti positivi. Non sono critica, e aiuto quelli che lo sono, così che smettano di essere critici. Coloro che criticano, sono criticati!

La tua vita ha avuto delle modifiche specifiche in seguito a questa esperienza?

Si. In qualunque situazione so di essere lì per una buona ragione.

Più aiuto le persone più sono felice!

Hai condiviso la tua esperienza con altri?

Si. Agli altri piace, specialmente a coloro che hanno avuto una NDE in seguito ad problemi cardiaci. Non si sentono più soli.

Si, specialmente coloro che hanno avuto problemi cardiaci, così che possono raccontare le loro esperienze, di modo da non trattenerle dentro di sé. Le persone anziani perdono la paura della morte, attendono con ansia di riunirsi ai loro genitori ed amici. Sanno che saranno di nuovi bambini nella vita futura quando lo vorranno. Hanno il controllo di sé stessi!

Quali emozioni hai provato a seguito di questa esperienza?

Le religioni che limitano, che cercano di fermarmi. Le persone con poteri paranormali cercano di interferire nelle mie idee, dicendomi in che cosa credere.

Moltissime emozioni quando ho suonato la musica di Richard C, specialmente i CD “Desperado” e “Lettre à ma mère”. Amavo stringere forte i miei figli, mia madre e gli altri.

Quali sono la migliore e la peggiore parte della tua esperienza?

La migliore, sapere che la vita continua, che mia nonna, mio papà e mio fratello sono vivi e stanno bene. La peggiore, il non essere stata grado di comunicare con i miei figli.

La migliore, sapere che la vita continua. La peggiore, non essere in grado di comunicare con i miei figli.

C'è nient'altro che vorresti aggiungere?

Ho aperto gli occhi verso l’interno del mio cervello, dove si trova il mio spirito.

E’ accaduto in un momento di confusione nella mia vita, ed ha messo ordine.

In seguito all' esperienza hai mai assunto sostanze o trovato situazioni che potessero riprodurla?

Si. Per favore, non usate farmaci sulle persone che hanno avuto una NDE. I medici dovrebbero parlare con i pazienti, essere loro amici, e non somministrare loro veleni chimici.

Incerto. Il Tegretol e il Dilantin mi hanno provocato dolore e confusione. Sono molto contenta di non usarli più. Chiedo ai medici di pensarci due volte prima di somministrare farmaci alle persone che hanno avuto una NDE, perché può solo essere deleterio per loro.

Suggerimenti per migliorare il nostro sito e questionario?

Lasciare che le persone dicano ciò che desiderano, senza limitarle con le domande!

Nota: vorrei essere conosciuta non come Yolanthe V, ma come Yolanthe m V!