NDERF Home Page NDE recenti Inviaci la Tua NDE

Universo Creazione Vision

ESPERIENZA: 

È stato un sogno molto vivido che ho fatto diversi anni fa e che vorrei condividere con voi.  

Nel sogno camminavo in uno spazio affollato quando vidi una grotta in lontananza. Per qualche ragione, ero indirizzato verso la grotta e decisi di andare a indagare. 

Non appena entrai nella grotta, notai un piccolo gruppo di uomini primitivi seduti intorno a un fuoco al centro della grotta. Dal tono della loro voce, discutevano di qualcosa di importante. Non appena mi avvicinai, smisero di parlare e uno di loro si alzò e venne verso di me. Stette in piedi per qualche momento, sorrise, poi mi prese per mano e mi condusse fuori dalla grotta, verso una giostra che si trovava vicino all’entrata della grotta. 

Sulla giostra c’erano figure di legno dipinte a mano che sembravano fate o piccoli omini. Quando ci avvicinammo alla giostra, cominciò a muoversi in cerchio e a suonare una musica corroborante. L’uomo primitivo puntava in direzione della giostra indicandomi che voleva che ci salissi. Sembrava emozionante e sapevo che sarebbe stato divertente. Saltai su e subito andò più veloce fino a quando non diventò tutto sfuocato. 

In una sola volta trascorsero molte vite, avevo una consapevolezza di me stesso pari a molte persone diverse in molti tempi diversi –nel passato e nel futuro. 

All’improviso mi ritrovai sospeso nello spazio, dove ero l’unica cosa ad esistere. Era buio totale ma per qualche ragione ero circondato da una luce splendente. In realtà ero io quella luce. Ero tutto ciò che esisteva. Non c’era più niente tranne me. Ciò nonostante, ero percorso da una gioia pura, da un amore incondizionato, e c’era una tale sensazione di grandezza che non si può descrivere. Somigliava ad un orgasmo moltiplicato all’infinito. Il tempo non esisteva. Ero io il tempo. Esistevo solo io. Solo io e nient’altro. Ero qui da sempre e ci sarei rimasto per sempre. L’unico pensiero che mi passava per la testa era che tutto era meraviglioso ma dovevo fare un “movimento”. Dovevo creare un “flusso di energia”. In quel preciso istante provai l’impulso travolgente di produrre un flusso di energia. 

Sapevo, se mi fossi mosso, che le energie si sarebbero messe in moto e avrebbe avuto luogo la Creazione. Mi mossi. Vidi intorno e dentro di me galassie che si andavano formando. L’universo era stato creato e le stelle erano nate. Era emozionante; più mi sentivo emozionato, più galassie si creavano. 

Un altro pensiero che mi passò per la testa fu come sarebbe stato emozionante esplorare questa nuova creazione. Non appena questo pensiero mi passò per la testa, nacqui io. 

Quella che segue è una poesia composta in seguito a questa esperienza.

“Dedicata a Tutti Coloro che Cercano la Verità” 

Nell’abisso dell’eternità, dove non esistono dimensioni, larghezza né peso

Mi crogiolavo in estasi e vivevo come la scintilla di una più Divina Luce Splendente. 

Ero consapevole del mio Essere e non mi chiesi come arrivai ad esserlo

Mentre riflettevo con perfezione, sapevo che niente esisteva al di fuori di me. 

Poi sopraggiunse una sensazione di solitudine che per Me era difficile da riconoscere e da sopportare

Mi chiesi se ci fosse qualcosa che Io potessi amare o di cui potessi prendermi cura. 

Mentre gli eoni trascorrevano nell’eterno presente, continuavo a godere della beatitudine

Ma da qualche parte in una melodia sentivo il forte desiderio di creare e dispiegare. 

Sapevo quando stavo per agire, l’energia sarebbe poi stata creata e diffusa

Nell’Eternità, i piani concepiti con Amore e pazienza adesso si realizzano. 

Alla fine in poco tempo, venne presa la decisione di muovere e agire

Perciò si sparse una luce Bianca e Splendente in cui ruotava l’infinito Amore. 

Dopo il vuoto furono create dimensioni sconfinate

Guardandomi intorno con stupore, non riuscivo a resistere dal continuare a creare. 

Vennero versati più Amore e più energia, i quali volarono verso i regni distanti

Nelle galassie appena create, nuovi mondi presero forma, fatti di terra e cielo. 

Mentre guardavo all’insù verso la nuova Creazione con gioia infinita e sacro diletto

C’erano molti mondi da conoscere e da impregnare di Verità e Luce. 

Non appena feci questo pensiero, esso si disperse rapidamente nei mondi infiniti

Particelle del Mio Essere continuarono a frammentarsi e a divenire parte di tutta la materia fisica. 

 

Con interesse e diletto, osservavo le Mie creazioni con gioia infinita

Ma per qualche ragione mi mancava qualcosa e avevo bisogno di una maggiore completezza. 

Avevo bisogno di qualcuno con cui essere in comunione e da amare per tutti i miei giorni a venire

Qualcuno con cui condividere i miei pensieri e qualcuno con cui condividere le mie abitudini. 

Con cui vivere ogni giorno meraviglioso con estrema gioia e per una completa pienezza

Insieme per condividere il nostro delicato amore con i cuori pieni di bontà infinita. 

Tutto è stato fatto e tutte le forme sono state completate

Quando mi guardavo intorno, non c’era nient’altro di cui avessi bisogno. 

L’evoluzione delle specie dell’umanità fa parte del mondo materiale

La voce della Scintilla Divina adesso parlava piano in questa realtà. 

I progressi dell’uomo nelle scienze sono stati grandiosi e mortali

In quanto alla voce della grande Saggezza, l’uomo ha scelto volontariamente di non ascoltarla. 

Nel tempo e nello spazio l’uomo ha continuato a pensare alle guerre e all’afflizione

Se solo sapesse che è stato un Co-creatore e lo accettasse per fede. 

Nella profonda disperazione, un Uomo giaceva tormentato in una notte tempestosa

Non c’era niente che potesse fare, neanche quando ci ha provato con tutte le sue terrene forze. 

I cieli con furia e afflizione invocò a gran voce

Chiedendo aiuto a qualunque essere paradisiaco, qualunque. 

Istantaneamente nella stanza della disperazione ci fu un lampo

Mio Adorato, le tue preghiere sono state esaudite prima ancora che tu me lo chiedessi. 

La voce così delicata e cortese disse

La Saggezza adesso è tua e la tua nuova vita inizia oggi. 

Con gioia infinita l’uomo si guardò nella stanza alla ricerca di qualcun altro oltre a lui

All’improvviso, senza alcun dubbio, capì le parole “Uomo, Conosci Te Stesso”. 

Per tutti coloro che cercano la verità c’è sempre il signore

Per aiutarvi e confortarvi in tutte le vostre calamità. 

Ascoltate attentamente la Voce Divina

E nella perfezione, ogni giorno avrà inizio. 

Non andate alla ricerca del Paradiso

Perché è dentro di voi che dovete guardare.