NDERF Home Page NDE recenti Inviaci la Tua NDE

NDE di Rita M

TESTIMONIANZA:

          E' successo nell'ottobre del 2003, stavo male ma non capivo il perchè (non ho mai avuto importanti malattie). Ho perso conoscenza appena arrivata dopo aver parlato brevemente con i medici del pronto soccorso. Non è stato un singolo episodio ma tanti piccoli segmenti, ma sempre delle situazioni che mi creavano angoscia. In un'atmosfera tetra e cupa mi trovavo su una zattera (o qualcosa di simile) in mezzo un Oceano scuro e gelido e scendevo sott'acqua, ma all'improvviso mi sentivo sollevata da qualcuno (come due grandi mani) e riportata in superficie. Molte volte.

E tutte le volte ho visto me su un letto circondata da persone. Devo però chiarire che si trattava di una visione come da dietro un velo, non molto nitida. Altre volte ero su un tetto, vedevo quello che succedeva in basso e vedevo delle persone , ammassate l'una dietro l'altra, in equilibrio su dei fili  che non parlavano ma guardavano verso il basso. Alcune volte pensavo ad un determinato luogo ed  immediatamente "c'ero".Non so descriverlo, non avevo la percezione del mio corpo (come normalmente noi abbiamo quando usciamo per strada e camminiamo) ma vedevo dall'alto i luoghi e ci arrivavo (non so come, nè volo nè altro).Il tutto in tempi brevissimi. Ero molto legata alla mia gatta, al tempo molto malata e morta immediatamente dopo il mio rientro dall'ospedale, e quando pensavo a lei "sentivo" che ero accanto a lei e l'accarezzavo. Un elemento dominante era l'acqua, molte volte viaggiavo (su un qualcosa che non saprei definire) attraverso luoghi simili a fiumi. Una sola volta ho  sentito parlare qualcuno come se stesse leggendo Latino (o altra lingua antica) mentre una pergamena scorreva. C'è stato un momento in cui ho sentito che stavo per morire e successivamente i miei familiari mi hanno riferito che i primi giorni in Rianimazione c'era stata una notte in cui stavo per non farcela. Per il resto ho dei ricordi confusi e non so se quanto ho vissuto è stato determinato anche dagli anestetici.

Si trattava di un tipo di esperienza difficile da descrivere a parole?      Si       Ho perso conoscenza in modo spontaneo ma all'Ospedale mi hanno somministrato anestetici, prolungando così il mio stato di coma (12 giorni in tutto)

L’esperienza si è verificata in concomitanza di un evento costituente un grave pericolo di vita?     Si       Si, grave problema cardiaco (mi hanno salvato con il defibrillatore)

In quale momento nel corso della vostra esperienza eravate al massimo livello di coscienza (consapevolezza) e  di vigilanza?        Sono situazioni che ho vissuto durante il coma.

Il massimo livello di coscienza (consapevolezza) e  di vigilanza raggiunto durante l’esperienza può essere in qualche modo  paragonato al vostro normale livello di coscienza e vigilanza di ogni giorno?     Less consciousness and alertness than normal

Proverò a spiegare. Durante quel periodo io ritenevo di vivere una vita "normale", perchè oltre agli episodi sopra spiegati vivevo delle situazioni quasi normali:ricordo che andavo al lavoro, uscivo, ero in famiglia. Ho cominciato a pensare che c'era qualcosa di strano quando ho notato che le cose succedevano in modo molto veloce:come spiegavo prima pensavo ad un luogo ed immediatamente c'ero.
Non so spiegare l'eventuale consapevolezza,vivevo dei ritmi molto veloci.

La vostra capacità visiva era in qualche modo diversa dalla normale, quotidiana capacità visiva?
       No / non saprei      Non posso dire che vedevo con chiarezza, è più preciso dire che percepivo anche se non so dire come ho fatto a vedere determinati luoghi, persone. E come se invece di vedere con gli occhi io vedessi con il mio corpo.

Il vostro udito era in qualche modo diverso da quello normale, di tutti i giorni?          No     

Avete constatato una separazione della vostra coscienza dal vostro corpo? No

Quali emozioni avete provato durante l’esperienza?         Paura senza dubbio, ed angoscia. Mi spiego. Non ricordo assolutamente niente del periodo passato in Rianimazione (12 giorni in coma più due o tre  succesivi) prima di essere trasferita ad altro reparto . Ebbene ancora oggi, andando all'Ospedale per altri motivi, passando dietro la porta di questo reparto provo ancora paura e angoscia (affano e tachicardia)

Siete passati attraverso dentro o attraverso un tunnel o un passaggio ristretto?     No     

Avete visto una luce?      No     

Avete incontrato o visto altri esseri?   No / non saprei      Incontrato no. Ma una sola notte ho "sentito" che stavo per morire, come se il mio corpo lo percepisse. Mentre dopo il risveglio dal coma, qualche giorno dopo il trasferimento al successivo reparto, ho sentito chiaramente che nella mia stanza c'era qualcuno (che non vedevo) ma in questo caso più che paura ho sentito inquietudine per qualcosa che non riuscivo a vedere.

Avete avuto una re-visione degli eventi accaduti nella vostra vita?       No / non saprei Ho vissuto momenti che mi sembravano situazioni della mia vita normale ma niente di particolare (a parte il mio andare a trovare la gatta!)

Avete visto o udito, durante la vostra esperienza,  qualcosa riguardo a persone o eventi che si sarebbero  poi verificati in  seguito?         No     

Avete visto o visitato luoghi, livelli o dimensioni di particolare bellezza o insoliti?        Si       Insoliti. Le strade della mia città erano lastricati di enormi specchi, anche i gradini lo erano ed  un immenso prato

Avete avuto una sensazione di spazio o tempo alterato?  Si       I luoghi per la maggior parte erano "acqua", mentre il passare del tempo molto veloce

Avete sperimentato un senso di conoscenza speciale, relativa all’ordine e/o alle finalità dell’ universo?     No / non saprei     

Avete raggiunto una barriera o un limite concreto? No     

Avete avuto conoscenza di eventi futuri?      No

Dopo l’esperienza avete avuto particolari  doni  psichici, paranormali o altre particolari capacità che prima dell’esperienza non avevate?       No / non saprei          Non so se è collegato ai fatti ma "capisco" di più se il comportamento delle persone è falso o meno. In ogni caso questo mi causa un leggero stato di disadattamento nei confronti degli altri (agli inizi mi dicevano che ero diversa, strana)

Avete parlato di questa esperienza con altre persone?     Si       Solo con una signora che mi ha fatto notare che tutte le situazioni in cui mi trovavo io ero "in alto"

Eravate a conoscenza delle esperienze di pre-morte (NDE) prima della vostra esperienza? No / non saprei      A volte ho letto sui giornali di "tunnel di luce"

Qual è stata la vostra opinione circa la realtà della vostra esperienza a breve distanza di tempo (giorni o settimane)  dall’accaduto?      Experience was probably real         Quando sono arrivata all'Ospedale non sapevo d'essere in pericolo di vita (il sintomo era vomito continuo e pensavo ad un'intossicazione)non riesco quindi a capire come posso aver immaginato tutto

Vi sono state una o più parti dell’esperienza particolarmente significativa per voi?   Il fatto che io pensassi a qualche luogo ed immediatamente ci arrivavo.

I vostri rapporti con le altre persone  hanno subito particolari cambiamenti a seguito della vostra esperienza?         Si       Queste situazioni ti rimangono dentro per sempre, le considero le cicatrici della mente. Ed ho l'esatta convinzione che niente succede per caso (prima di arrivare al pronto soccorso sono rimasta sola in casa e senza aiuto dalle 4 del mattino alle 4 del pomeriggio, quando mio fratello rientrava) I medici mi hanno potuto esaminare dopo circa un'ora ed immediatamente dopo, sul lettino del pronto soccorso, il cuore si è fermato. Ho potuto così essere immediatamente aiutata dai medici. Coincidenze? Forse. Ma è come se il mio turno di morire non fosse ancora arrivato.

Le vostre convinzioni / pratiche  religiose hanno subito particolari cambiamenti a seguito della vostra esperienza?     
No     

Dopo la esperienza, 
ci sono stati altri eventi o cause, nella vostra vita, assunzione di medicinali o di sostanze, che hanno riprodotto anche parzialmente l’esperienza?        No     

C’è stato qualcos’altro che volete aggiungere riguardo alla vostra esperienza?          Nel mio caso devo purtroppo dire che non mi sento d'essere diventata più "buona e comprensiva" verso gli altri. Anzi. Rispetto a prima ho acquisito un leggero egoismo, come se volessi preservarmi da ulteriori eventi traumatici.

Le domande poste e le informazioni che voi avete fornito sono  sufficientemente accurate ed esaustive per descrivere la vostra esperienza? Si      

Vi preghiamo di darci qualsiasi suggerimento per migliorare questo questionario.  Ci sono altre domande che potremmo formulare per aiutarvi a comunicare la vostra esperienza?       Non è necessario.