NDERF Home Page NDE recenti Inviaci la Tua NDE

NDE di PJ

Descrizione dell’esperienza:   

 Ho perso i sensi in numerose occasioni, sopportato il dolore e la perdita di sangue, ho avuto diverse chirurgie, ma niente di strano da segnalare. Ma ci sono state due occasioni in cui ho sperimentato una OBE (ndt esperienza extra corporea). Hanno avuto luogo quando le circostanze erano, a mio parere (come descrittomi più tardi) pericolose per la vita, o un trauma ed uno shock per il mio sistema. In nessun caso, ero preparata per quello che è successo, né l'avevo anticipato - quello che è successo è stato spontaneo.

Vorrei anche aggiungere, per quel che vale, che sono sempre stata molto psichica, (sogni chiaroveggenti per la maggior parte), sia prima che dopo queste esperienze. Sono sempre stata spirituale. Tuttavia, le mie esperienze extracorporee sono state di breve durata, e mentre le ho vissute, non ho incontrato alcun essere spirituale o avuto grandi rivelazioni dell'anima (almeno che io ricordi), contrariamente a quanto è stato riferito da altre persone che scrivono qui.

La prima OBE

Ho 17 anni e sono seduta in una classe, in un caldo pomeriggio di autunno, ascoltando l'insegnante finire la sua lezione . Sto anche sperimentando alcuni crampi mestruali infernali . Ho perso i sensi altre volte a causa di questi , e sto aspettando che la classe finisca così posso alzarmi ed andare in infermeria . Mancano solo pochi minuti fino alla fine della lezione e cerco di resistere ... ma non ci riesco . Mi sento debole , ma diversa da altri svenimenti che ho avuto , e questa volta ho anche colpito il lato della mia testa sul bordo metallico di una scrivania in fila accanto a me mentre cado dalla sedia .

La seguente cosa che ricordo è che sono stata tirata fuori dal mio corpo, dalla schiena, come se qualcuno tirasse fuori la mia anima - o la mia coscienza - chi sono , dalla parte posteriore del collo, in modo indolore ma molto bruscamente . Senza vedere dove sto andando o sono diretta , mi ritrovo fuori dall'edificio scolastico , dall'altra parte della strada , guardandolo da quella che sembra essere una posizione alta una dozzina di metri  alla sinistra della parte anteriore del scuola .

Posso vedere la finestra del secondo piano dell'aula dove mi trovavo . Ma io non mi chiedo cosa sia successo e perché improvvisamente io mi trovi lì . Sono passiva ma molto a mio agio e consapevole dei colori e dei dettagli di questo paesaggio di fronte a me. A differenza di un sogno , questo paesaggio riflette il tipo di giornata che c'era prima  che io svenissi : sole, cielo azzurro, pomeriggio. (questo è uno dei motivi per i quali non potrò mai convincermi che questo fosse un sogno. ) I colori sono molto vividi, ho la sensazione di essere pienamente consapevole di questa giornata e del paesaggio in un tutt'uno . Vedevo la scena tutta insieme, non solo ciò che era davanti a me , ma anche intorno a me e dietro di me.

Poi mi rendo conto dello squillo della campana per il cambio di classe, e osservo gli studenti uscire a piedi da uno degli edifici scolastici verso l'edificio principale . La cosa che trovo curiosa è che, mentre mi concentro su questi studenti , io non li vedo con lo stesso senso di riconoscimento che avevo prima (nella mia consapevolezza normale) - invece una parte di me - la mia visione, credo -  li avvicina come un telescopio, mentre il resto di me rimane indietro nello stesso punto di osservazione in aria. Sono consapevole di ciò che ogni studente particolare su cui mi concentro, pensa e sente - anzi , sento che cosa significa essere quella persona - ma questa informazione non mi sorprende, come sarebbe successo nel mio stato di coscienza normale. Voglio dire, a quell'età se qualcuno mi avesse detto che avrei avuto questa capacità di sapere ciò che qualcun altro stia pensando o sentendo, sarei stata decisamente ironica, anche scettica su di esso. Ma a questo punto, per qualche motivo, io sono passiva e in pace con quello che sta succedendo e non c'è certamente alcun desiderio di sfruttare o manipolare qualche situazione.

Poi sono improvvisamente risucchiata indietro verso la finestra del secondo piano, tirata attraverso i vetri in un fruscio, e a quel punto perdo i sensi e tutto diventa scuro. Riprendo coscienza regolarmente da dove sono sdraiata sul pavimento . Mi sento fredda e strana e ' lenta' , come se fossi stata fuori dal corpo per un po', anche se in realtà sono caduta appena un minuto prima. Il mio corpo lo sente pigro e pesante. La campana aveva suonato, alcuni degli studenti stanno uscendo, alcuni di loro sbirciano verso di me mentre se ne vanno, alcuni stanno sghignazzando (più tardi , ho sentito che alcuni di loro pensavano che io fossi svenuta a causa del caldo in classe) . Il mio maestro e un amico o due, mi stanno aiutando ad alzarmi, mi chiedono come mi sento - uno di loro mi accompagna verso l'infermeria .

Quello che mi sembra così reale di questa esperienza, anche dopo tutti questi anni, è il comfort e la tranquillità che ho provato, così come i colori vivaci e i nitidi dettagli di un paesaggio che io normalmente avrei dato per scontati. Non c'erano presenze spirituali, anche se altre volte le ho percepite. Nessuna luce brillante o tunnel. Ma una calma sensazione di consapevolezza, raggiunta senza sforzi da parte mia.

La seconda OBE

È stata abbastanza simile alla prima. Smisi di respirare durante un parto difficile, l'anestesista mi mise una maschera antigas sul viso e persi conoscenza. Non so a che punto sia successo, ma all'improvviso ero di nuovo fuori dall'ospedale, durante il pomeriggio del mio parto, osservavo il traffico intorno all'ospedale, consapevole delle intersezioni e del traffico, il cielo parzialmente nuvoloso, pedoni che entravano nell'ospedale, ogni dettaglio chiaro, come il suono di una campana, lo stesso senso di pace. Questa OBE sembra essere stata ancora più breve rispetto alla prima.  Non sono sicuro di come io lo sappia, ma sono sicuro di ciò. Poi sono tornata in sala travaglio, e avevo appena partorito un bambino fortunatamente sano. 

Assunzione di farmaci o sostanze che potevano influenzare l’esperienza:   Si.   Durante la prima esperienza, nessuna sostanza. Nella 2a esperienza, la miscela di anestesia e apparentemente non abbastanza ossigeno.

È stato difficile tradurre in parole l'esperienza?   No.        

Il momento dell’esperienza avvenne in concomitanza con un evento che minacciava la vita?  Insicura.   Nel primo episodio, ho colpito la testa durante la caduta - e anche se è avvenuto in una classe con altri presenti, nessuno più tardi mi ha detto se stavo respirando o meno, quando questo è accaduto. Ho ripreso conoscenza molto rapidamente in seguito.

Nel secondo, un' infermiera che rimase dopo il suo turno per essere lì con me quando ho partorito, mi ha detto con un tono di voce protettivo  che avevo avuto «difficoltà», mentre ero sotto anestesia - ci è voluto un po' di di insistenza da parte mia per farle ammettere che avevo smesso di respirare. (Nelle mie ricerche successive a questa esperienza, ho imparato da diversi anestesisti che questa non è una scienza esatta e che richiede molte abilità. Basta uno squilibrio in quello che viene somministrato e può momentaneamente verificarsi che  il paziente non sia sufficientemente sedato, o abbia una overdose di farmaco, per cui il paziente può smettere di respirare - una situazione temporanea che viene colmata da un anestesista attento nella maggior parte dei casi, anche se a volte i pazienti possono morire dopo tali complicazioni).   

Qual era il vostro livello di coscienza e vigilanza durante l’esperienza?   Come ho descritto sopra. Molto vigile, nessuna ansia, a differenza di qualsiasi sogno che abbia mai avuto. Il tempo è vissuto in modo diverso, ma come io lo sappia, non so spiegarlo.

L’esperienza era come un sogno?  No. Ho avuto sogni di chiaroveggenza molto dettagliati, ma solo in uno di essi ho sperimentato un simile senso di pace, durante un sogno in cui ho visto una persona cara che era appena morta, anche se io non lo sapevo ancora, in quel momento, nella vita cosciente. Questa persona era in piedi in uno splendido paesaggio, sperimentando quella stessa pace che ho avuto nelle mie esperienze extracorporee e ho sentito questo durante il sogno. Ancora una volta, come sapevo quello che stesse provando, non riesco a spiegarlo.

Hai sperimentato una separazione della coscienza dal corpo?   Si.   

Quali emozioni hai provato durante l’esperienza?   Come ho scritto prima. Nessuna emozione. Solo consapevolezza.

Avete sentito dei rumori o dei suoni insoliti?   È stata una giornata un po' ventosa durante la prima OBE, e ho sentito il vento che passava attraverso le cime degli alberi intorno a me, il fruscio delle foglie. Non ricordo alcun suono durante la seconda OBE.

Sei passato in un tunnel o in un recinto?    No.       

Hai visto una luce?   Incerta.  Sembrava ci fosse una luce non terrena su questi paesaggi così ordinari, ma io credo di averla percepito così perché il mio senso del colore era alterato durante la Obe.

Hai incontrato o visto altri esseri?   No.   

Hai sperimentato una revisione degli eventi passati nella tua vita   No. Io credo che queste OBE ed i miei sogni abbiano contribuito alla mia credenza che c'è di più sulla vita e sulla morte di quello che i nostri occhi possano vedere. Comunque, ho passato tanto tempo a leggere libri New Age, testi medici e libri di fisica per cercare di capire in che modo tali cose possano succedere. Mi chiedo ancora quante di queste esperienze siano dovute  a 'meccanismi' del cervello o a energie relazionate con il cosmo.

Durante la tua esperienza hai osservato o ascoltato cose che riguardavano persone o eventi che potevano essere verificati in seguito?   Incerta.  Queste cose non potevano essere verificate in seguito. Comunque, il tempo passava durante le mie esperienze extracorporee come se io non le avessi avute.  Ad esempio, durante la mia prima OBE, il cambio di classe si è verificato mentre io ero fuori dal mio corpo e io osservavo quello che succedeva, anche se il mio corpo era privo di sensi in aula.

Hai visto o visitato posti, livelli o dimensioni meravigliose o distinte?   Si.   Ero nell'aria. Né vi ho trovato nulla di strano, in quel momento. Non ho avuto una sensazione di galleggiamento. Sapevo dove mi trovavo da come le cose mi apparivano da quel punto di vista.

Hai avuto la sensazione di tempo o spazio alterati   Incerta.       

Hai avuto la sensazione di una conoscenza speciale, di un ordine o uno scopo universale?  No. Nessuna rivelazione a parte di quello che mi era successo.       

Hai raggiunto un confine o una struttura fisica limitante?   No.      

Hai avuto conoscenza di eventi futuri   No. Sono sempre stata chiaroveggente ma non di eventi mondiali.

Sei stato coinvolto o consapevole della decisione di ritornare nel corpo   No.  Il mio ritorno nel corpo è stato completamente spontaneo, così come le uscite da esso.

Avete doni psichici, paranormali o altri particolari doni che non avevate prima dell'esperienza?  Si.  Ma li avevo anche prima delle OBE.

Dopo l’esperienza avete cambiato atteggiamento o convinzioni?  Nessuna risposta.     

L'esperienza ha influito sui vostri rapporti? La vita quotidiana? Pratiche religiose ecc? Scelte di carriera?  Io non sono materialista o ambiziosa fino a un punto estremo, perché so che la vita non dovrebbe essere cosí, a mio parere. Faccio attenzione alle persone che incontro, ed alcune le 'riconosco' come insegnanti nella vita, o anime che ho conosciuto altrove.

Penso che siamo tutti gli insegnanti l'uno all'altro e veniamo dalla stessa fonte anche se potremmo essere su diversi 'livelli'. La vita è una scuola.

Io credo e ho sentito degli 'angeli custodi'.

Hai condiviso questa esperienza con altri?  Si.  Con le persone interessate. Non direi che sono stati influenzati, anche se possono condividere la mia convinzione che ci sia qualcosa dopo la morte corporale.    

Quali emozioni hai provato dopo la tua esperienza?  Curiosità, e che ho sperimentato qualcosa di molto bello in uno stato in cui mi sono già  trovata e che sperimenterò di nuovo.

Quale fu la parte migliore e quale la peggiore della tua esperienza?  La parte migliore: la mancanza di tensione, i colori ed i dettagli. Nessuna parte peggiore, davvero, anche se il rientro nel corpo non è affatto divertente. Avrei preferito rimanere in stato di OBE. Tornando, il mio corpo era freddo, lento e pesante. Tuttavia, ho sentito le stesse sensazioni anche dopo altri svenimenti, dove non c'erano esperienze extracorporee.

C’è qualcos’altro che vorresti aggiungere riguardo all’esperienza?  Riassumendo, devo dire che quando si è in quello stato, ti rendi conto che non c'è davvero differenza tra te e le altre forme di creazione. In questo stato, siamo tutti sullo stesso livello

Ha cambiato la vostra vita in particolare a seguito della tua esperienza?  Nessuna risposta.     

In seguito all’esperienza hai avuto altri eventi nella tua vita? Medicine o sostanze che riproducessero una qualunque delle parti dell'esperienza   Incerta. Ho provato una o due droghe quando ero più giovane. Ho perso i sensi mentre donavo il sangue o durante alcune procedure mediche in cui nulla era pericoloso (ma svenivo in ogni caso! - una caratteristica di famiglia, credo, mio fratello sviene, ma lui non ha mai avuto OBE o sogni chiaroveggenti), e altri due interventi chirurgici che avevano richiesto anestesia totale - ma non ci sono state esperienze extracorporee. Ho anche avuto sogni lucidi ma, ripeto, non OBE. Ho anche sognato di volare - ma ancora una volta è stato diverso da quello che è ho sperimentato durante la OBE.

Le domande a cui hai risposto e le informazioni fornite descrivono accuratamente ed esaurientemente la tua esperienza?   Si. Io desidero essere ipnotizzata così potrei rivivere quelle esperienze extracorporee e vedere se si è verificato qualche cosa che consapevolmente non ricordo oggi - cioè, se ci fosse qualcosa di più. Penso anche che la lingua può essere un ostacolo - a volte non si può spiegare con le descrizioni tipiche. Le parole non sono sempre sufficienti. O forse sto solo vivendo la tipica frustrazione che provano le persone , leggendo queste cose, senza capire pienamente ciò che si sente davvero durante una OBE  - a meno che non abbiano vissuto una OBE essi stessi.

Si prega di offrire tutti i suggerimenti che avete per migliorare il questionario www.nderf.org ?  Le domande erano sufficientemente profonde. Suggerisco che si potrebbe chiedere se la persona crede davvero che la sua esperienza sia stata spirituale o se dubita della veridicità di essa . Lo dico perché io sono a volte scettica sulle mie esperienze - So che non abbiamo molta comprensione di come le nostre menti lavorano - i nostri cervelli fisicamente asimmetrici sono in grado di sperimentare le nostre identità in modo diverso rispetto agli animali con un solo lobo, per esempio.

E a volte guardando in noi stessi, tendiamo a confonderci - ciò che chiamiamo intuizione è a volte l'istinto , ciò che noi chiamiamo logica è a volte l'intuizione e così via .

Io non voglio glorificare in eccesso o leggere troppo oltre in una OBE . Ci può infatti essere una vita dopo la vita, quando non abbiamo più un corpo dopo la morte o quando vi è pericolo imminente di morte corporale. Questa è stata certamente la speranza dell'umanità . Ma non tutti i 'fatti' sono ancora presenti.

Eppure, la fisica ci insegna che le energie universali alterano o modificano , che esiste l'annientamento e la creazione, più e più volte . I libri New Age enfatizzano dimensioni diverse per le esperienze spirituali dell'uomo. Testi medici a volte possono spiegare come funziona qualcosa e perché può essersi evoluto, ma ancora nessuno può dire che cosa tutto questo significhi, in primo luogo!

Le mie esperienze extracorporee mi hanno insegnato che la vita e i reami della coscienza possono essere fantastici . Ma noto anche che in passato, persone di culture diverse hanno mantenuto la loro varietà di credenze e speranze, che poi si sono rivelate essere dei miti o è stato riscoperto che fossero qualcos'altro - vale a dire , la Terra era considerata il centro dell'universo, il mondo era piatto, la salute fisica era una questione di umori. Poi, le generazioni successive sono state esposte alle "nuove" conoscenze - germi e virus, si sono evoluti i mezzi di trasporto, cambi nei credi religiosi, ecc. Le mie esperienze extracorporee sono state in parte responsabili della mia fede in uno scopo dietro queste evoluzioni.