NDERF Home Page NDE recenti Inviaci la Tua NDE

NDE di Maria G

Descrizione dell’esperienza:   

Mi è stato raccontato successivamente che stavo morendo e che i miei figli vennero chiamati al mio capezzale. Io ero in coma. Durante l'esperienza fui trasportata molto rapidamente attraverso un tunnel, così rapidamente che sentivo come se mi stessero tirando per le braccia e le gambe. Alla fine del tunnel, verso l'alto, c'erano delle luci brillanti.

Attraversai la luce e mi trovai in una stanza di mattoni rossi (pareti e pavimento). Faceva molto freddo e i miei piedi si congelavano. Mi trovavo di fronte a Gesù e dietro di lui c'erano mio padre e mia nonna paterna defunti, che indossavano gli stessi vestiti che gli avevamo messo per la sepoltura. Sembrava un quadro di El Greco. Tutti erano molto seri e tristi. Gesù mi chiese se fossi pronta a morire ed io risposi di si. Lui mi disse che dovevo tornare per mio figlio Christopher (che a quei tempi aveva 20 anni e viveva con me). Mia nonna recitava il Rosario in Italiano a voce bassa. Mio padre non disse una parola e sembrava molto triste e serio. Io dissi a Gesù che mio figlio aveva un fratello e una cognata, ma lui scosse la sua testa, in segno di negazione. Subito dopo, mi ritrovai nel tunnel, spinta all'indietro e mi svegliai nel mio letto d'ospedale. Nelle successive 24 ore, migliorai moltissimo e pochi giorni dopo, lasciai l'ospedale, tra lo stupore dei miei figli.

Assunzione di farmaci o sostanze che potevano influenzare l’esperienza:     Non saprei. Non ho mai saputo esattamente quali medicine mi furono somministrate. I dottori furono vaghi: antibiotici, chinino ecc.

È stato difficile tradurre in parole l'esperienza?  No.     

Il momento dell’esperienza avvenne in concomitanza con un evento che minacciava la vita?  Si.  Ero in coma.

Qual era il vostro livello di coscienza e vigilanza durante l’esperienza?  Ero in coma.

L’esperienza era come un sogno?  No. Era molto reale e vivido.

Hai sperimentato una separazione della coscienza dal corpo?        No.     

Quali emozioni hai provato durante l’esperienza?  Felice di lasciare la vita, ma triste quando pensavo ai miei figli.

Avete sentito dei rumori o dei suoni insoliti?  Mia nonna pregava.

Sei passato in un tunnel o in un recinto?    Si. Il tunnel sembrava stretto ed io fui spinta verso di esso, sentendo come se fossi tirata per le gambe e le braccia.

Hai visto una luce?  Si. C'erano milioni di luci su di me, come lampadine.

Hai incontrato o visto altri esseri?  Si. Gesù, mio padre e mia nonna.      

Hai sperimentato una revisione degli eventi passati nella tua vita?    No. Mi sono resa conto di quanto mio figlio minore avesse bisogno di me.   

Durante la tua esperienza hai osservato o ascoltato cose che riguardavano persone o eventi che potevano essere verificati in seguito?    No.     

Hai visto o visitato posti, livelli o dimensioni meravigliose o distinte?    Si. Una stanza di mattoni rossi molto fredda.    

Hai avuto la sensazione di tempo o spazio alterati?    No.     

Hai avuto la sensazione di una conoscenza speciale, di un ordine o uno scopo universale?    Si. Una missione, mio figlio.  

Hai raggiunto un confine o una struttura fisica limitante?    Si. La stanza di mattoni rossi. 

Hai avuto conoscenza di eventi futuri?   No.     

Sei stato coinvolto o consapevole della decisione di ritornare nel corpo?    Si. Gesù mi disse che dovevo tornare.     

Hai acquisito poteri psichici, paranormali o altri particolari doni dopo l'esperienza, che non avevi prima?    Si. Ho frequentato un corso per Medium e ho imparato a leggere i tarocchi.     

Dopo l’esperienza avete cambiato atteggiamento o convinzioni?    Si. Presto più attenzioni a mio figlio. Non appartengo più ad alcuna religione organizzata. Ho cercato un lavoro fisso e sicuro, che prima non avevo.

Hai condiviso questa esperienza con altri?    Si. Solite reazioni, scetticismo. Nessuna influenza su di me.      

Quali emozioni hai provato dopo la tua esperienza?  Mi sentivo completa e felice.

Quale fu la parte migliore e quale la peggiore della tua esperienza?  Paura e freddo estremo.

C’è qualcos’altro che vorresti aggiungere riguardo all’esperienza?  Ci penso tutti i giorni e mi faccio mille domande. 

É cambiata la tua vita in particolare a seguito della tua esperienza?    Si. Adesso sono un'impiegata del Governo Federale con una posizione sicura e stabile. Prima passavo da un lavoro all'altro. Per 5 anni, prima che mio figlio si trasferisse, ho cercato di essergli molto vicina.     

In seguito all’esperienza hai avuto altri eventi nella tua vita? Medicine o sostanze che riproducessero una qualunque delle parti dell'esperienza?    No.     

Le domande a cui hai risposto e le informazioni fornite descrivono accuratamente ed esaurientemente la tua esperienza?    Si.