NDERF Home Page NDE recenti Inviaci la Tua NDE

NDE di Isreal

ESPERIENZA:

Il mio primo incontro con gli angeli avvenne a metà dell'estate del 1961; avevo 13 anni e mezzo.  È accaduto durante la mia  esperienza di pre-morte in una piscina pubblica in Israele.  Circa un anno e mezzo dopo,  nel dicembre del 1962, ho cominciato ad avere esperienze di viaggi fuori-dal-corpo che potevo controllare volontariamente.  Venivo da una formazione scientifica ed  atea, ero allievo dell’accademia militare di marina e soggetto quindi a  disciplina militare, più tardi sono stato soldato e poi ufficiale dell’Esercito israeliano. Successivamente sono passato alla marina mercantile come ufficiale superiore, pertanto, non ho mai osato, per molti anni,  rivelare ciò che ho appreso durante le mie esperienze fuori dal corpo.

Tutto iniziò un giorno di una calda estate nella piscina pubblica che gestiva mio zio.  Avendo ingresso libero, ero uno dei ragazzi più fortunati in quanto potevo recarmi alla piscina quasi ogni giorno, nella calda, umida estate che c’è in Israele. Ero un adolescente molto vivace, un  buon tuffatore e nuotatore; feci  una scommessa con un tuffatore professionale che sarei stato capace di   nuotare sott'acqua per tre vasche (circa 83 yarde) in un sol fiato. Avevamo scommesso un paio di pinne. Io vinsi….ma non prima che venissi dichiarato clinicamente morto..

Ricordo come ad un certo punto, durante questo duro sforzo sott’acqua, ad un tratto il traguardo divenne immateriale.  Pensavo di stare proprio per arrivare, nuotando,  al termine e toccare il bordo della piscina, quando ad un tratto tutto  divenne completamente indifferente.  Mi sentivo come se stessi sognando, mentre continuavo a nuotare lentamente, o almeno pensavo di starlo facendo,  mentre entravo in uno strano, profondo, incosciente sonno.

Allora, tutto ad un tratto, accadde qualcosa di sorprendete. Divenni estremamente  vigile e cosciente, mi sentii come aspirare verso l’alto ad una grandissima velocità. Ero attonito.  E’ tutto accaduto così velocemente.  Mi sentii come se stessi volando ad un’enorme velocità  attraverso un tubo lungo e oscuro ma che era al tempo stesso soffice e sicuro. Non aveva pareti concreti, ma all'estremità del tubo potei vedere una luce brillante.  Dopo, mi sono trovato fuori di esso, nell’aria, ma non in una posizione determinata -  in realtà stavo galleggiando a circa venti piedi sopra la piscina.  Non avevo affatto timore di cadere e non sentivo più il mio peso.  Anche se era un giorno molto caldo e umido, ora lo sentivo diverso, molto gradevole.  Ogni cosa appariva  più luminoso ma soffice.   Potevo vedere chiaramente l'orizzonte come se tutt’a un tratto avessero alzato un sipario che ne impediva la vista.  Poi, guardando giù: era incredibile; vidi il mio corpo giacere lì sul bordo della piscina in mezzo a tanta gente che arrivava correndo da ogni parte, mentre il bagnino, una donna robusta, cominciava a farmi la respirazione bocca a bocca e a fare pressione sul mio torace. Mi accorsi che potevo sentire i loro pensieri e sentimenti. 

" Ehi, gente, non mi è successo niente!” gridai allegramente, ma nessun di loro guardò nella mia direzione.

Dopo alcuni secondi, ho notato essere enorme e potente che stava fluttuando accanto a me.   Era alto circa nove o dieci piedi (tre metri).  Potevo avvertire la sua enorme e potente radiazione di energia e tuttavia non era spaventoso affatto;  molto più simile ad un grande padre pieno di amore e di attenzione per me. Risplendeva come se avesse una luce che brillasse dal suo interno.  Osservandolo attentamente, mi resi conto che era fatto di  luce... Poi, all'improvviso, lui ha comandato con una voce amorevole: "Devi  andare indietro.  Non è ancora la tua ora.  Ci sono molti compiti che devi completare... tornerai qui  a tempo debito.  Ora preparati a tornare."

Mi rifiutai, volevo rimanere là.  Ci si sentiva così bene lassù, in aria,  tanto che non proprio possibile pensare di tornare giù.  In quell’istante mi accorsi  anche di una musica dolce e leggera. Era una specie di dolce suono nell’aria, così dolce che non mi impediva di ascoltare questo grande essere fatto di una nube luminosa che alla fine capii trattarsi di uno dei potenti angeli di Dio.

“ Devi tornare indietro. Non è ancora il tuo tempo”.  Poi aggiunse: “ …devi ritornare nel tuo corpo”.

All’improvviso divenne serio. Così capii che dovevo davvero tornare indietro. Guardai in basso.  La bagnina si stava ancora dando da fare strenuamente, questa volta con l’aiuto di un’altra persona che nonconoscevo. Più tardi seppi che si trattava di un medico di un ospedale vicino che quel giorno era venuto alla piscina. Stavano applicando un apparecchio di rianimazione al mio corpo. Sentivo la loro ansia, specialmente quella della bagnina che mi voleva molto bene ed era solita chiamarmi: ”Ragazzo-pesce” (Fish-boy).

Poi, guardando verso il sole, notai che il mondo era avvolto da una luce brillante in aggiunta a quella del sole. Volevo vedere più... ma allora, nonostante la mia resistenza, mi sentii come se venissi aspirato verso il basso, cadendo rapidamente  dentro il mio corpo. Venni portato subito, con un’ambulanza, al " Tel Hashomer Hospital" nella città di Ramat Gan per un completo check-up.

Uscire fuori dal mio corpo era la cosa che più importante che davvero desideravo fare dopo l'incidente.  Come giovane ragazzo, ho preso le parole dell'angelo "...  tornerai qui a tempo debito" come una promessa.  Ogni notte imploravo il suo aiuto per insegnarmi come fare.  Desideravo ardentemente fare l’esperienza di fluttuare liberamente nell’aria. Il mio desiderio di libertà e di vedere il mondo mi indussero ad arruolarmi come cadetto in una accademia di marina.

Per due anni ho pregato chiedendo l'aiuto di quell'angelo per aiutarmi ad uscire fuori dal mio corpo, ma non successe niente. Poi, una fredda sera di dicembre dopo  una lunga giornata di studio e di esercizi fisici all’accademia di marina, decisi di schiacciare un pisolino mentre i miei camerati stavano fuori, al club della scuola.  Avevo appena chiuso gli occhi quando tutt’a un tratto, nel buio, notai che la stanza stava cambiando colore, come se fosse stata inondata di luce. Rimasi steso con gli occhi ben aperti per assistere a questo strano fenomeno.  Il centro della luce divenne denso come se vi stesse modellando una densa nuvola. Mi sentii completamente paralizzato, incollato al mio letto. Il cuore mi cominciò a battere forte mentre trattenevo il respiro. Subito una radiazione di amore e gioia infinita inondarono tutto il mio corpo. L’angelo era là, e mi guardava.

“Sei venuto per portarmi con te?” Gli chiesi.

  "No.. non è ancora il tuo tempo.  Hai ancora un sacco di lavoro da fare qui.  Il tuo destino richiede molto di più."  Disse. 

"Sono venuto qui per soddisfare il tuo sogno.  È arrivato il momento per te di imparare ad uscire dal tuo corpo, in un modo molto semplice, usando la tua stessa volontà."  Aggiunse.

Poi, mi insegnò, passo a passo,  come fare per essere pronto a lasciare il mio corpo.  All’improvviso mi disse di dargli la mano.  Quella notte ero particolarmente esausto, ma seguii attentamente le sue istruzioni e poi gli diedi la mano. Non era la mia mano fisica, come mi resi subito conto. Era separata dal mio corpo fisico.  Poi tutt’a un tratto ero completamente fuori dal mio corpo.  Mi sentivo completamente sveglio, consapevole, riposato e felice.

Quella notte fu  l'inizio di molte notti di avventure e di insegnamenti da parte degli angeli nel regno fuori-dal-corpo.  Ero solito lasciare il mio corpo dopo lo spegnimento delle luci nel dormitorio.  Guardano in basso, vedevo i miei camerati profondamente addormentati, incluso il mio corpo. Naturalmente, non feci menzione ad alcuno dei miei viaggi fuori dal corpo.  Ero certo che, sebbene fossi stato uno dei migliori studenti dell’accademia, mi avrebbero subito cacciato via dalla scuola se solo ne avessi fatti parola con qualcuno.

L’insegnamento spirituale mi veniva dato in modo telepatico in una serie di lezioni con l’angelo Lamdiel mentre ero fuori dal mio corpo, fluttuando e assorbendo le parole dll’angelo. Ma, come prima cosa, dovevo offrirmi spontaneamente per aiutare gli altri. Avevo solo 15 a quell’epoca, ma lo feci.

L’insegnamento includeva informazioni riguardo altre vite nell’Universo, l’origine dell’umanità sulla terra, l’intima realtà della materia, della velocità, dell’energia, ed un sacco di altre informazioni che rafforzavano o contraddicevano completamente ciò che andavo apprendendo nelle lezioni di scienze.

Ma uno degli eventi più interessanti accadde quando l’angelo mi parlò del futuro dell’umanità.

“Oggi ho un messaggio molto importante per te” mi disse.

In un lampo arrivammo molto in alto nello spazio. Guardando giù, la mia anima venne scossa da un grande eccitamento. Laggiù vi era un pianeta blu.

“La Terra!” gridai con gioia. 

Immerso in sentimenti  di amore, rimasi a guardare in basso, facendo penetrare quella scena nel mio animo. Furono istanti che non potrò mai dimenticare.

Quello che segue è un messaggio autentico, dato da Lamdiel, Angelo di Dio (estratto da : "The Ultimate Prophecy - Book One.")

"Voi, che siete la specie umana sulla Terra, dovete percorrere una lunga strada nel vostro processo evolutivo e, presto, voi entrerete in una nuova era della vostra esistenza: questo è il prossimo e più importante passo nel processo della vostra evoluzione.

“Io ti ho già spiegato il concetto di forme avanzate di vita;   di come il genere umano sia, in realtà, il compendio di vite dentro altre vite.  Ogni volta una nuova forma di vita più avanzata emerge dall’unificazione di quelle precedenti… adesso esamineremo questo punto più in dettaglio.  E’ molto importante, perché la comprensione di questo concetto ti aiuterà a capire meglio il destino dell’umanità.

“… Tu sai che un essere umano è infatti la risultante di un gruppo di vite. Esso è fatto di particelle più piccole, ovvero di forme di vita più piccole, che sono le cellule del corpo. Ma questa non è la fine della storia. Le cellule del vostro corpo sono a loro volta composte da più piccole particelle anch’esse viventi. Esse non sono considerate vive dai vostri scienziati. Tuttavia, esse hanno forme di vita più semplici.  Voi le conoscete con il nome di proteine e di amino-acidi che, a loro volta, sono fatte di forme di vita ancora più semplici.  Queste sono chiamate dai vostri scienziati: molecole.  Queste forme di vita sono organizzate secondo un codice specifico, che crea le proteine e le cellule viventi del vostro corpo che, a sua volta, crea il corpo umano.  Ancora, David, questo non è ancora la forma di vita iniziale.  Le molecole sono fatte di più piccole particelle, ossia di atomi. 

" All’interno del livello fisico terrestre, gli atomi sono considerati dai vostri scienziati come i mattoni più piccoli ovvero la base ultima di tutta la materia fisica. Gli aspetti viventi dell’atomo sono ancora ignorati  ma, ciò non ostante, in una forma molto più semplice, gli atomi hanno il proprio minuscolo spirito di vita dentro di sé.

“Ma, in realtà, lo spirito degli atomi non è  ancora l’inizio della storia. Come ricorderai dalle lezioni precedenti, ogni atono è fatto di molti subatomi 7, che sono fatti di subatomi 6 e così via, fino al subatomo 1. Ogni subatomo 1, assieme alle altre unità basilari viventi a livello infinito,  è il fondamento basilare della materia e della vita nell’Universo.

"… Se segui la struttura composite di vite dentro altre vite, probabilmente noterai che una singola persone è, fin da adesso, una delle forme più avanzate e complesse di vita sulla Terra. Ma è questa la fine della storia dell’evoluzione?

 “… un essere umano sulla Terra non è la fine del sistema di raggruppamento. Il passo che si sta per compiere nel processo evolutivo è uno dei più sbalorditivi.

“Similmente alle cellule dell’organismo, l’intera popolazione umana sulla Terra formerà il raggruppamento successivo per dare origine ad un nuovo organismo vivente.  Attraverso l’unificazione di tutti gli esseri umani sul pianeta Terra, una nuova forma di vita gigante, dotata di uno spirito molto più grande di quello delle singole anime umane sta per emergere.

 “ Similmente ai legami di energia tra le cellule nel vostro corpo – al di là delle connessioni fisico-chimiche tra le vostre cellule – vi sono legami energetici invisibili tra tutti gli esseri umani, anche tra quelli che ora sono nemici.  I legami che uniscono ciascuno di voi a tutti gli altri sono molto più forti che le esigenze individuali e persino le vite individuali. Perciò questi legami di energia invisibile coinvolgono ogni singola persona sulla Terra che essa ne sia consapevole o no.

 “ Ovunque sul pianeta Terra, un sempre più crescente numero di esseri umani sono alla costante ricerca del significato della vita, per colmare la maggiore sensazione di vuoto spirituale che sentono dentro sé stessi.  Il vuoto all’interno dell’anima della gente la spinge a riempirlo con attività spirituale o metafisica.  Questa è in parte la ragione per cui la gente si sta dedicando a religioni e culti, anche nuovi. Questo vuoto nelle anime é anche il fattore che  le spinge a legarsi le une alle altre sempre più … non si tratta di un processo di aggregazione fisica, come per le cellule nell’organismo umano..  ma di un processo emotivo, mentale e spirituale, un fatto che porterà all’evento più rivoluzionario sulla Terra.  

”… ebbene, l’umanità sta compiendo questo forte  processo di unificazione che collega ogni essere umano agli altri. Esso si realizza in modi invisibili, ma vi sono individui sensitivi che percepiscono i suoi effetti su tutto il pianeta; in particolare si assisterà al formarsi di una mente superconscia collettiva, che diventerà molto più forte in un prossimo futuro.  Allo stesso modo la nuova nascente tecnologia coinvolgerà l’umanità molto più di quanto si possa pensare inizialmente.  Essa vi coinvolgerà a livello sia conscio che inconscio,  A livello conscio, attraverso le comunicazioni  tecnologicamente avanzate e la tecnologia computerizzata,  a livello inconscio tramite il crescente uso di radio, TV ed altre trasmissioni radio che formano infatti dei legami invisibili  tra tutti i popoli della Terra,  creando così come un’ enorme rete  fatta di energia tutt’attorno al pianeta Terra, collegando sempre più tutta l’umanità in un’unica mente subconscia e superconscia.   Questa tappa è il prerequisito per il successivo, più importante, passo evolutivo.

  "... il vostro pianeta è vivente ... Il pianeta ed ogni forma di vita su di esso hanno il proprio spirito.  La Terra è in costante comunicazione con le anime. La vostra evoluzione è anche l’evoluzione del pianeta. Le specie  viventi sulla Terra rappresentano anche l’evoluzione del pianeta., ma le forme più evolute di vita su di esso sono gli esseri umani.  Essi rappresentano la funzione più avanzata del pianeta, simili alle cellule del sistema nervoso che sono le cellule più sviluppate del vostro corpo – quelle che sono il punto di contatto con un’anima più elevata, l’anima umana.

“Questo processo è simile al modo in cui le anime delle cellule si uniscono tra loro e avanzano nel successivo passo evolutivo al fine di progredire e crescere come parte di una più grande forma di vita, che è in effetti una pianta, un animale o un essere umano.

 "Poi, questa nuova energia  che unifica gli esseri umani – che sono ora la forma di vita più evoluta mentalmente  sul pianeta Terra -  compirà un ulteriore passo per riempire lo spazio vuoto nelle loro anime.  Essi stanno per unirsi ad un altro, più grande, spirito che unirà tutte le anime della gente sulla terra allo stesso modo di come la vostra anima umana si unisce alle anime più piccole delle cellule nervose del vostro corpo.

"Il nuovo, enorme, gigantesco spirito coordinerà  tutte le vite umane in un nuovo complesso organismo … Questo spirito aiuterà l’umanità ad evolvere ulteriormente fino alle frontiere più alte dell’Universo.  E’ questo il salto evolutivo che  molti pianeti  nell’universo – che molti altri mondi nell’Universo, i quali sono già avanti nella strada di una simile fase di crescita evolutiva, stanno aspettando per poter comunicare con voi. 

"Questo processo potrebbe sembrare strano, ma ricorda che nel tuo corpo è accaduta la stessa cosa. Le tue cellule viventi, quando tu eri piccolo, quando eri un embrione di poche settimane, erano desiderose che un’anima più grande -  che è la tua anima –si unisse ad esse, per portare una più alta forma di vita nelle loro vite.  Esse avevano bisogno della tua anima al fine di aiutare le più piccole cellule a compiere il loro cammino evolutivo. E’ questa una necessità che è stampata in ogni particella subatomica e in ogni unità vivente del loro spirito.  Le tue cellule fecero così un passo più grande nel processo evolutivo.  Esse vennero congiunte ad un’anima più grande … Si congiunsero alla tua anima al fine di creare te – una forma di vita molto più avanzata di ciascuna di essa presa separatamente.  Questo processo arricchì la vita delle cellule tremendamente. Le loro vite cambiarono completamente. Esse divennero più forti, brillanti, piene d’amore e di soddisfazione.  Esse divennero parte di una più grande forma di vita con una più grande anima che riempiva il vuoto nelle loro piccole anime. Esse fecero un grande passo nel processo evolutivo che è parte dell’unificazione dell’intera vita nell’Universo.

"Voi, l’umanità intera, state per compiere tutto questo. Dopo il processo che vi unirà gli uni agli altri, voi umani sulla Terra farete il passo più importante dell’evoluzione, l’ultimo come esseri umani – voi vi congiungerete ad un più grande, enorme Spirito”.

 Ero eccitato. “ Chi è questo spirito gigante?  Mi sentivo come il mio cuore battesse all’impazzata, sebbene mi trovassi nel mio corpo astrale.  L’angelo sorrise, poi rispose lentamente alla mia domanda.

"Sarà un forte, immenso, intensissimo spirito del terzo livello di esistenza, il livello delle forze. Questo spirito unirà Sé stesso a tutta l’umanità sul pianeta Terra.

" Esso creerà una nuova, enorme entità – tale da potenziare le vostre vite tremendamente e per sempre.  Questo immenso spirito è già molto conosciuto dall’umanità in Terra.  Molte persone, in maniera nascosta, stanno già aspettando di unirsi a Lui. Esse coscientemente pregano per il Suo aiuto, e Lo amano.  In qualche parte del proprio subconscio  tutti i popoli della terra già lo conoscono.  E, sia che essi credano o no in una religione ufficiale, nei momenti di maggiore bisogno la maggior parte degli uomini riconoscono la Sua esistenza.  Essi lo chiamano: Dio, Elohim, Yahve, Allah, il Padre Celeste, e con molti altri nomi”.