NDERF Home Page NDE recenti Inviaci la Tua NDE

NDE di Elisa P

TESTIMONIANZA:

            Mi tenevo stretta alla parete di roccia. E non c'era niente sotto di me, solo il precipizio. Mi dicevo continuamente di non guardare giù, non guardare giù, non guardare giù. Non riuscivo ad arrampicarmi, non riuscivo a salire su e nemmeno a scendere. Cercavo di non farmi prendere dal panico, sentivo solo il mio respiro... cerco di scendere, no, di salire... mi muovo con impercettibile movimenti, lentamente. Molto lentamente.

Ma scivolo.. sento la parete che scivola addosso a me.. e non riesco ad aggrapparmi a nulla...

Ad un certo punto è tutto buiop intorno a me. Non c'è nulla. Ma non è buio come quando sispegne la luce, è buio è nero è niente. Ed io non ho un corpo... io sono immateriale. Io sono il mio pensiero e basta. Io sono quello che penso e quello che sento. Il corpo l'ho dimenticato, nemmeno mi viene da pensarlo... le percezioni sono differenti. Il tempo sembra andare velocissimo perchè ciò che penso va velocissimo, penso a miliardi di cose, penso anche contemporaneamente a più cose... dalle cose più stupide alle cose più sagge. E poi vedo me, a due anni, dall'esterno, come una diapositiva. E poi a quattro, al mare... e così via... ma non vedo momenti importantissimi della mia Vita, vedo momenti particolari. Fino in fondo. Passa davanti a me alla velocità di un attimo. E poi ancora, tutti quei pensieri, in quella consistenza buia di nulla. Poi ad un tratto la mia Vita è terminata... ed in coda, tre immagini del futuro... ed io provo un dispiacere immenso. Non si puòdescrivere quanto grande fosse... io ero diventata solo dispiacere, enorme, gigantesco dispiacere. Sì, dispiacere di morire... non avrei mai più visto il mondo e sapevo che non l'avevo mai amato, l'avevo sempre disprezzato. Dispiacere perchè avevo buttato via buona parte della mia Vita a bere a drogarmi ed a non far nulla di sensato. Di non essermi mai guardata intorno ad apprezzare ciò che mi circondava. Dispiacere per tutte le cose che avrei potuto fare e non ho fatto. Insomma, dispiacere per non aver mai vissuto davvero... nostalgia per tutto ciò che non avevo mai osservato... e pensavo velocissimamente, come per tutto il tempo in cui la mia sostanza imase là. E poi lentamente si aprì in questo strano buio una Luce, immensa, gigantesca, meravigliosa, pacifica. Era l'essenza della pace, della tranquillità. Mi sentivo profondamente ben e serena alla vista di questa Luce. Non si può spiegare. Ed io sapevo di mio che quello era un confine: di qui c'è il nostro mondo, se io l'avessi attraversata non sarei tornata mai più. Ed io ho avuto la possibilità di scegliere: nel senso che io volevo andare perchè quella era la pace assoluta. Ma non mi sentivo pronta. Non la meritavo. Pensavo che una persona che fino a quel momento non aveva fatto molto non poteva trovare tutta quella pace... e volevo tornare indietro... non volevo nemmeno rivolgermi del tutto verso la Luce... era troppo bella... e sentivo di non meritarla. Volevo tormare indietro e vivere... vivere perchè mi sentivo che avevo sprecato tutto il tempo che mi era stato concesso. Insieme a tutto ciò avevo un gran senso, io lo chiamo senso d ovvietà... mi sentivo di aver capito tutto, di aver capito tutte le energie che collegano i mondo, non so come dire. Avevo capito. La realtà che sta dietro a tutto. Avevo capito.

Allora cominciai a pregare... la Madonna... non so perchè in quanto fino alla mattina non la consideravo minimamente come elemento divino; anzi, per nulla. Ma cominciai a pregarla: "Ti prego ti prego se mi fai tornare laggiù ti prometto che non butterò mai più via la mia Vita, che farò qualcosa di buono e che quando tornerò qui avrò qualcosa da offrire"... e pregavo con tutta me stessa, desideravo solo tornare nella Vita per poter morire ed attraversare quel confine avendo avuto una Vita decente. E pregavo... ad un certo punto vidi tutto nero, ma unnero diverso da prima, come quando ci si trova completamente al buio. E ho pensato: "ecco, sono morta, ma non mi hanno lasciata andare là in quella Luce". Solo che ad un certo punto, cominciai a sentirmi pesante, molto pesante. E il mio pensiero scorreva lento. Mi resi molto lentamente conto che avevo ancora un corpo. Aprii gli occhi, lentamente. In quel momento non sentivo il dolore fisico. Vidi il cielo... è stato il momento più bello della mia Vita. Ero tornata. Ed ero cambiata completamente.

Niente di me praticamente era uguale a prima.

Ma lì, sdraiata su un letto di rovi, sono rimasta immobile.

Un nuovo e stupendo seno di Bellezza mi avvolse guardando il cielo: era come se stessi guardando il cielo per la prima volta in Vita mia, ed in effetti lo era.

Si trattava di un tipo di esperienza difficile da descrivere a parole?        Yes     - le sensazioni che provavo

- l'aspetto della Luce

- la mia forma immateriale, il mio diventare ciò che pensavo

L’esperienza si è verificata in concomitanza di un evento costituente un grave pericolo di vita?             Yes     Sono caduta in un burrone.

In quale momento nel corso della vostra esperienza eravate al massimo livello di coscienza (consapevolezza) e  di vigilanza?          Ero molto cosciente durante tutta l'esperienza, l'unica cosa è che non riuscivo a controllare il flusso di pensiero.

Il massimo livello di coscienza (consapevolezza) e  di vigilanza raggiunto durante l’esperienza può essere in qualche modo  paragonato al vostro normale livello di coscienza e vigilanza di ogni giorno?         More consciousness and alertness than normal
          - pensiero più rapido

- mi sentivo più sveglia di come sono normalmente, più in grado di captare le cose

La vostra capacità visiva era in qualche modo diversa dalla normale, quotidiana capacità visiva?            Yes     Tutto più luminoso, anche nella Vita che pssava davanti.

Il vostro udito era in qualche modo diverso da quello normale, di tutti i giorni?
            Uncertain      Non so perchè non ho udito alcun suono.

Avete constatato una separazione della vostra coscienza dal vostro corpo? Yes

Quali emozioni avete provato durante l’esperienza?           - dispiacere, tristezza, senso di colpa

- profonda immensa ed indescrivibile pace in presenza della Luce

- forza del pensiero

Siete passati attraverso dentro o attraverso un tunnel o un passaggio ristretto?       No      

Avete visto una luce?       Yes     Luce enorme, luminosissima, meravigliosa

Bianca

Squarciava il buio-nulla

Non era vicinissima a me, io ci sarei dovuta andare se avessi scelto diversamente

Pace, Tranquillità, Gioia

Avete incontrato o visto altri esseri?    No      

Avete avuto una re-visione degli eventi accaduti nella vostra vita?        Yes     Io da piccola sul seggiolone fino a me all'età che avevo. Non ho vistoi momenti più importanti o a cui ero più affezionata... ho visto i momenti di tranquillità o in cui non facevo grandi cose. Li vedevo tutti come se io fossi stata esterna alla cosa. Nei ricordi di 2-3 anni che io non ricordavo, una volta arrivata a casa ho chiesto e ho guardato delle fotografie per cercare i vestiti che mi ero vista addosso. Li ho trovati.

Ho visto tre immagini del futuro di cui una si è verificata (la casa in cui sarei andata ad abitare dopo, tornata a casa mia ho traslocato dopo un mese)le altre due non ancora ma ero molto più grande.

Avete visto o udito, durante la vostra esperienza,  qualcosa riguardo a persone o eventi che si sarebbero  poi verificati in  seguito?    Yes     Li ho visti tutti e tre come ho visto quelli del passato.

Avete visto o visitato luoghi, livelli o dimensioni di particolare bellezza o insoliti?     No      

Avete avuto una sensazione di spazio o tempo alterato?  Yes     - tempo molto più veloce

- spazio molto più grande di uno spazio che potremmo immaginare da questa parte

Avete sperimentato un senso di conoscenza speciale, relativa all’ordine e/o alle finalità dell’ universo?     Yes     Ho avuto l'impressione di aver capito tutto. Di aver compreso gni cosa sull'ordine delle cose. Mi sembrava tutto assolutamente ovvio e semplice. Tutto aveva uina soluzione, tutto era ovviamente collegato.

Avete raggiunto una barriera o un limite concreto? Yes     La barriera ara là in fianco a me ma non ho voluto superarla.

Sapevo che se l'avessi superata non sarei mai tornata indietro.

Avete avuto conoscenza di eventi futuri?       Yes

            1) il corridoio della casa in cui sono andata a vivere. Il tavolo, la sedia ed il mio futuro coinquilino (che lo conoscevo già comunque) seduto alla sedia. Io in piesi nel corridoio. 

Le altre due non sono verificate ancora.

Dopo l’esperienza avete avuto particolari  doni  psichici, paranormali o altre particolari capacità che prima dell’esperienza non avevate?     Yes     Sono sempre stata una persona empatica ma questa cosa è aumentata molto, riesco a sentire quello che provano le persone che ho di fianco (ovviamente se non ne sono coinvolta emotivamente), sento se stanno bene o male, se sono felici ecc. così sento se mentono... se fanno finta di essere serene. Questo mi fa stare male vivendo in una metropoli anche perchè riesco ad assorbire le sensazioni della gente, come se mi passassero le loro angoscie a volte...

Sono diventata più sensibile

Mi sembra di sentire ciò che mi circonda molto di più  

Sono diventata molto più forte su certe cose.

Avete parlato di questa esperienza con altre persone?      Yes     Non ne ho parlato con tanta gente, sono un po' restia a farlo, al massimo accenno qualcosa (anche perchè ho fatto un tatuaggio con un disegno con in mezzo questa data e se sono al mare qulcuno mi chiede perchè quella data, io accenno solo che è stato un giorno in cui mi è cambiata la Vita)

- La prima volta che ne ho parlato è stata praticamente appena era successa, con il mio migliore amico. Lui all'inizio era un po' scettico ma poi ha visto quanto sono cambiata dopo quel giorno e dice sempre che lui non crede in nulla che non vede, ma che se sono cambiata così tanto in un solo giorno qualcosa di strano deve essermi di certo successo

- A volte, molto raramente, sento che ne devo per forza assolutamente parlare a delle persone. Guardo una persona negli occhi e sento che glielo devo dire. Mi è successo con un amico di un mio amico. L'ho raccontato una sera e luinon mi ha detto nulla. Solo che al momento dei saluti mi ha abbracciata fortissimo mi ha guardata con gli occhi quasi lucidi e mi ha detto: "Grazie, grazie Elisa per avermi raccontato quella cosa, grazie"

- Cassandra e Riccardo mi hanno detto che raccontando loro questa cosa li ho aiutati molto. Per esempio Riccardo ha cominciato a suonare il violino dopo il mio racconto.

Eravate a conoscenza delle esperienze di pre-morte (NDE) prima della vostra esperienza?            Uncertain      No, non penso abbia influenzato.

Sapevo solo che c'era un tunnel con una luce in fondo quando si moriva, ma niente di più.

Qual è stata la vostra opinione circa la realtà della vostra esperienza a breve distanza di tempo (giorni o settimane)  dall’accaduto?      Experience was definitely real    A breve distanza di tempo.. sono tornata a casa dopo qualche giorno e mi sentivo stranissima. Ho scritto trentsa pagine a riguardo. Non riuscivo a vivere la Vita che avevo lasciato prima di partire. Non la sentivo più mia. Andava cabiata radicalmente.

Pensavo, come tutt'ora penso, che sono stata fortunata.

Che posso vivere con un'altro atteggiamento.

Sicuramente reale perchè niente che puoi immaginare,

può essere così tremendamente reale

può cambiaretutto il tuo modo di pensare e di vedere le cose

può insegnarti tanto

può portarti ad avere tutto il rispetto pr te stesso che non avevi

Sicuramente reale perchè+ l'ho sentita davvero, questo senso di morte o di Vita me lo porto dentro ogni giorno.

Vi sono state una o più parti dell’esperienza particolarmente significativa per voi?   1) La Luce

2) Quando sono tornata indietro, ho sentito come se qualcuno mi avesse ascoltata

I vostri rapporti con le altre persone  hanno subito particolari cambiamenti a seguito della vostra esperienza? Yes     Sì.

Ho perso un sacco di persone a causa del mio repentino cambiamento, ma non ne ho sofferto, stranamente. Mi sembrava ovvio nell'ordine delle cose, ero cambiata troppo e loro erano rimasti troppo uguali. Non mi piaceva più nemmeno a me stare con loro... li trovavo un po' tristi...

Certo, non tutte le persone, ma anche il mio rapporto con le persone che continuavo a vedere da prima e che continuo a vedere tutt'ora è cambiato. E' più positivo.

Ho cominciato a frequentare gente diversa da quella che frequentavo prima, più solare, più tranquilla.

Volevo aiutare le persone che vogliono essere aiutate.

Ho tagliato delle amicizie opprimenti.

I rapporti sono diversi in quanto a volte, se penso a questa esperienza, mi sento aliena agli altri perchè a causa di questo vedo le cose in maniera differente, alle volte.

Le vostre convinzioni / pratiche  religiose hanno subito particolari cambiamenti a seguito della vostra esperienza?           
Yes     Sì.

Ora sono cristiana, non cattolica però.

Sono andata a messa qualche volta dopo l'esperienza ma ho considerato che non è quello il modo di avere Fede. Ora ho molta Fede. Mi sento come se mi avessero fatto un miracolo per essere qui ancora per un po'. Quindi credo profondamente e con tutta me stessa; questa Fede mi aiuta molto.

Dopo la esperienza, 
ci sono stati altri eventi o cause, nella vostra vita, assunzione di medicinali o di sostanze, che hanno riprodotto anche parzialmente l’esperienza?    No      

C’è stato qualcos’altro che volete aggiungere riguardo alla vostra esperienza?        Sono cambiata ed il mondo è cambiato visto con occhi nuovi.

Il 15 Agosto festeggio quello che chiamo "il secondo compleanno".

Le domande poste e le informazioni che voi avete fornito sono  sufficientemente accurate ed esaustive per descrivere la vostra esperienza?        Yes    

Vi preghiamo di darci qualsiasi suggerimento per migliorare questo questionario.  Ci sono altre domande che potremmo formulare per aiutarvi a comunicare la vostra esperienza?            Domande su come l'esperienza ha condizionato la Vita successivamente.