NDERF Home Page NDE recenti Inviaci la Tua NDE

NDE di David

TESTIMONIANZA:

Era il 22 dicembre 1986 (verso le 16,15), mi sentii all’improvviso come se stessi per morire, ma morire  per davvero. Mi misi disteso e  quasi subito venni inondato da un’intensa luce bianca, pervasa dalla più incredibile Potenza d’Amore dell’universo. All’interno di questa luce bianca potevo sentire il soffiare di venti assordanti ma anche il più bel canto di cori  angelici che copriva il suono dei venti. Il mio corpo era paralizzato dalla potenza di questa Luce.  Quest’Amore mi inondava. Avevo paura di perdere il controllo delle mie funzioni fisiche.  Il desiderio di mantenere il controllo, il desiderio stesso, il movimento, il pensiero, tutto ciò che era umano moriva nella luce.

Quando questa mi inglobò totalmente, un’esplosione di Estasi e di Amore si levò dal mio ombelico, per andare a fondersi con la luce stessa.  Presto, divenni io stesso la Luce, io divenni l’Innocenza, l’Amore, l’Estasi, la Pace, la Potenza, la Bellezza e la Saggezza stessa della Luce.  Come una madre che porta suo figlio in braccio, la luce mi trasportò in alto ad una velocità vertiginosa.  La Luce mi parlava ed io sapevo che era Dio, il Potere che aveva creato l’universo intero.  La Luce mi diceva che questo primo cielo di luce in cui mi trovavo  (la cui luce ed il cui amore sorpassano un milione di volte ciò che avevo potuto conoscere sulla terra) era pieno di un numero infinito di pianeti paradisiaci.  Io guardai il mio corpo e vidi che era fatto di pura luce bianca;  ma esso riproduceva ancora una forma umana luminosa.

Sono restato là per qualche tempo, poi venni trasportato più in alto,  là dove la Gioia e la Gloria di Dio mi schiacciavano al punto tale da non poter sopportare questa Estasi a lungo; successivamente esplosi in una nuova luce in cui la Gloria dell’Innocenza, dell’Amore, dell’Estasi, della Pace, della Potenza e della Saggezza era un milione di volte più brillante che nel Primo Cielo.    Il mio  nuovo corpo era più radioso, più chiaro, e poteva in qualche maniera conseguire una crescita esponenziale di Gloria. Mi venne detto che questo Secondo Cielo comprendeva a sua volta un numero infinito di pianeti.   A mano a mano che si procedeva nell’ascesa dei piani celesti, ogni volta le qualità di questa Gloria aumentavano un milione di volte.  Lo splendore e la bellezza della vita all’interno di questi piani celesti sono inconcepibili per lo spirito solo, separato da questa luce.   Venni portato su un piano di Estasi e di Amore  la cui pressione era così immensa che potevo appena sostenere il suo livello di energia cosmica e di Estasi. 

Esplosi ancora una volta all’interno di una nuova luce un milione di volte più brillante della precedente :  era il Terzo Cielo.   Là, il mio corpo conservava ancora l’apparenza umana. Ma era talmente grande la luce bianca che emanava che io non potevo credere ai miei occhi.  Ero in condizioni di poter vedere chiaramente e perfettamente a milioni di miglia di distanza.  Il canto degli Angeli al disopra di me era magnifico, assordante e glorioso.  Avevo l’impressione che la vibrazione dei suoni  portava in sé una saggezza talmente sofisticata che poteva in effetti  creare vita e miriadi di possibilità nell’universo : le armonie  Angeliche non risuonavano solo per il piacere, erano delle armonie destinate a creare.

Lasciai il Terzo Cielo per il Quarto, là dove la Gloria di Dio era così risplendente che avevo l’impressione che gli esseri esistenti su questo livello superassero ogni concetto di Gloria immaginabile.   Il moi corpo era quì talmente luminoso che gli restava ben poco dell’apparenza umana. Questa Gloria, con i suoi attributi, era talmente radiosa che io dissi a Dio : « Non sono in grado di poter resistere  di più : Tu sei talmente più immenso del Dio che avevo immaginato che questo trascende ogni mia capacità di comprensione  ».

Galassie intere di energia potevano essere create con questa Luce.

Chiesi a Dio di non portarmi oltre, ma Egli lo fece lo stesso. A quel punto, la Gloria superava nettamente le mie capacità; una stupefacente qualitù di Luce discendeva da un piano al di sopra di me ancora più risplendente.   Io non penso che vi fossero dei pianeti su questo livello, ma può darsi che vi erano degli esseri viventi all’interno delle stelle stesse.  La Grazia di Dio, la sua qualità la più poetica e la più meravigliosa, discendeva come milioni di foglie che cadono armoniosamente,  dando pace e purezza all’Estasi ed alla Gloria ad un punto tale che io non potevo sopportare.   Potrei scrivere un capitolo intero su questa Grazia senza peraltro poterle rendere giustizia.

Poi, venni portato al Quinto Cielo.   Il mio corpo somigliava ormai ad un sole gigante.  Non avevo più alcuna apparenza umana. La Gloria che vi regna è indescrivibile. Quello che si prova è del tutto inconcepible per degli esseri umani.

Io sono restato là per qualche tempo, poi venni portato al Sesto Cielo.  Questo è un millione di volte più radioso del Quinto.  Non posso parlare dello splendore di Dio in questo cielo. Gli Angeli cantano così forte che nessun orecchio umano sarebbe in grado di ascoltare questa musica dell’universo. Il moi corpo era divenuto un sole ancora più brillante fuso con la luce che è al centro di Dio.

Fui poi trasportato al Settimo Cielo.  Ciò che si prova lì era talmente al di là delle mie capacità che Dio mi portò più in basso. Potetti restare solo dieci secondi al Settimo Cielo. La Luce poteva creare galassie intere con la semplicità più totale.  Gli esseri che possono andare là sono un milione di volte più evoluti di me.   Dal momento che il livello di Luce e di Gloria dell’Innocenza, dell’Amore, dell’Estasi, della Pace, della Potenza, della Bellezza e della Saggezza aumenta un milione di volte da un cielo all’altro attraversare questi livelli e restarvi è molto difficile.