NDERF Home Page NDE recenti Inviaci la Tua NDE

NDE di Arthur B

Descrizione dell'esperienza:

Soffrivo di cancro testicolare. Mi rimossero il testicolo sinistro. Parte della terapia consisteva nel fare chemio. Mi rese molto malato e debole. In quel periodo della mia vita soffrivo anche di apnea durante il sonno. Ho avuto numerosi "eventi" di cessazione del respiro durante il sonno. Di solito finivo in convulsioni e spasmi e mi risvegliavo annaspando per respirare. Pensavo che gli effetti della chemio avessero indebolito talmente il mio corpo che queste cose non potessero succedere.

Mentre ero disteso a letto e stavo addormentandomi la parte logica del mio cervello mi mandò un flash "Hai smesso di respirare. Se non riprendi, morirai". Semplice a quella maniera. Sentivo la "pressione" nel mio corpo, come la pressione in un pallone pieno d'aria. Non dolore, solo questa pressione. Per un attimo fui preso dal panico e pensai che stavo morendo. Il panico svanì e pensai "E' questa la morte? E' così facile, così naturale. Di cosa mi preoccupavo?" Mi sentii un po' stupido a spaventarmi.

A questo punto una "sensazione" si impadronì di me. Era una emozione calma che permeava ogni parte di me. Era molto pacifica e unica davvero. Mai provato niente del genere prima.

Poi mi sentii come se fossi di schiena dentro una piscina. Iniziai a scivolare lentamente dentro l'acqua. Iniziò a farsi scuro e vuoto. Un istante dopo divenne luminoso. Molto luminoso. C'era un oggetto davanti a me che sembrava il sole. Era così intensamente luminoso ma non mi faceva male agli occhi guardarlo. All' improvviso iniziai a capire le cose. Capii perchè avevo il cancro e quanto fosse importante per me averlo. Infatti era così importante che non avrei voluto che andasse in nessuna maniera diversa. Ma non so spiegare perchè fosse importante lo capii e basta. Poi l'oggetto mi parlò. Mi parlò in inglese ed era come una persona qualsiasi. Mi disse...

"Ciao Arthur. Felice di vederti."
A quel punto dissi qualcosa del mio passato di cui non ero molto orgoglioso.
Allora l'oggetto disse: "Non ti è piaciuto, vero?" Risposi: "no".
Allora l'oggetto disse: "Non pensavo che ti sarebbe piaciuto."
A quel punto vi era come una linea immaginaria davanti a me, e sapevo che se la avessi attraversata non sarei potuto tornare indietro. Esitavo.
La luce allora mi chiese "Che fai?"
Io risposi "Sto morendo".
La luce mi rispose "E sei pronto a morire?"
Risposi "NO. Devo fare delle cose".
La luce disse "Giusto. Allora torna indietro. Quando avrai finito tornerai a trovarmi".

A questo punto rientrai nel mio corpo. Ricordo che mi toccai il braccio sinistro con la mano destra. Era strano. La pelle sembrava quella di un morto, fredda e senza vita. Era come se l'energia vitale non si fosse ristabilita del tutto in me.
Mi sedetti nella stanza buia. Guardai mia moglie sedere accanto a me. Mi chiesi cosa fosse successo. Lo avrei pensato un sogno se non che quel caldo bagliore, quel senso di pace era ancora con me. Durò un paio di giorni.
Fu questo che mi fece capire che qualcosa di straordinario era davvero accaduto.

Medicinali o sostanze che avrebbero potuto influenzare l'esperienza? Incerto ero sotto chemio per il cancro

E' difficile ripetere l'esperienza a parole? sì, posso spiegarlo proceduralmente ma non descrivere le "sensazioni".

Al momento dell' esperienza la sua vita era in pericolo? Incerto, potrei avere avuto un attacco di apnea. Gli effetti della chemio mi avevano indebolito per cui non andai in "spasmi" mentre cessavo i respirare.

Come erano il tuo livello di autoconsapevolezza e coscienza in quel momento? E' successo mentre dormivo.

Era come un sogno? In un certo senso aveva qualità come un sogno ma le sensazioni le emozioni non avevano la natura dei sogni. Erano molto reali. In nessun sogno prima o dopo di questo mi sono sentito così.

Ti sembrò che la coscienza si separava dal corpo? sì era come un corpo con braccia e gambe e tutto ma sembrava come il contorno di un corpo, come fosse scuro con un contorno chiaro o bianco. Nessuna caratteristica che ricordi.

Che emozioni hai provato? In principio paura perchè capii che stavo morendo. Poi sorpresa nel capire che tutto questo era "normale". Poi mi sentii un po' sciocco per la mia paura. Poi qualcosa di molto potente. Una emozione di pace e felicità. Una sensazione che era così travolgente. Davvero non saprei trovare le parole per descriverla.

Suoni o rumori insoliti? no

Sei passato per un tunnel? Incerto sentii come se affondassi dentro dell' acqua. Non so se questo fosse un tunnel.

Hai visto una luce? sì questa sfera di luce che sembrava il sole.

Hai avuto una rivisitazione della tua vita trascorsa? incerto penso che vidi solo un piccolo frammento di un evento passato che mi fece sentire infelice.

Hai avuto nozione di eventi che in seguito si siano potute verificare come esatte? no

Hai visitato altri luoghi o paesaggi, livelli e dimensioni? no

Spazio e tempo ti sembravano alterati? sì il tempo sembrava scorrere molto veloce. Molte cose mi sembravano passarmi davanti in gran fretta.

Hai avuto la sensazione di possedere una qualche conoscenza o sapienza speciale? sì compresi la ragione per cui avevo il cancro. Capii che la mia vita non era la mia proprietà personale ma che "apparteneva" a molti altri. capii che tutto quello che mi si chiedeva era di "interessarmi" di quello che accadeva agli altri e aiutare se potevo.

Hai raggiunto una qualche struttura limitante o un confine? incerto, c'era quel che pareva una linea immaginaria davanti a me. Se la avessi attraversata non sarei potuto tornare.

Hai acquisito cognizione di eventi futuri? no

Sei stata coinvolta in decisioni riguardo al ritorno nel corpo fisico? sì ebbi la scelta. Avrei potuto rifiutare ma tutti e due sapevamo che dovevo tornare. Lo capimmo e accettammo.

Ritieni di avere posseduto sensazioni o poteri psichici prima di questa esperienza? no

La tua vita o le tue credenze sono cambiate dopo questa esperienza? Incerto, sono giunto a guardare i miei colleghi umani con molta più tolleranza e compassione.

L' esperienza ha influenzato il tuo rapporto con gli altri? Con la vita quotidiana, la pratica religiosa, la carriera eccetera? Cerco di essere più comprensivo verso gli altri. Lascio correre un sacco di piccole cose. Sono più calmo. Mi sta bene uno stile di vita semplice. Non ho paura della morte perchè non muori cambi solo un po'. Mi preoccupa come ci si arriva. Non reggo bene il dolore e non sono eccitato alla idea di soffrire.

Hai condiviso la tua esperienza con altri? sì e varia a seconda delle persone. Alcuni sono scettici altri affascinati altri semplicemente annoiati.
Provo a raccontarla a persone che hanno perduto un parente o amico. Spero che le aiuti nel loro dolore sapere che non hanno davvero perduto nessuno, che è solo una interruzione momentanea delle comunicazioni. Un giorno sarà rimessa a posto.
Ho raccontato la mia storia a mio padre. Molti anni dopo stava morendo di cancro epatico e disse a mia madre "Di' ad Arthur che cercherò la luce". Posso solo sperare che questo pezzetto di conoscenza abbia facilitato la sua transizione fra i mondi.

Quali sono la migliore e la peggiore parte della tua esperienza? La migliore il senso di pace e di comprensione. La peggiore il momento di paura in cui capii che c'eravamo.

C'è nient' altro che vorresti aggiungere? Forse farebbe bene a tutti avere un pizzico di questa cosa nella vita. Ci aiuta a comprendere meglio il nostro viaggio. Mi piacerebbe se potessi comunicare questo semplice messaggio a tutti quanti là fuori "Interessati ai tuoi colleghi umani. Aiuta se puoi."

La tua vita ha avuto delle modifiche specifiche in seguito a questa esperienza? incerto, vivo una esistenza davvero calma e pacifica. Cioè mi posso sentire stanco o arrabbiarmi come chiunque altro solo che ora tempero questi sentimenti con una comprensione migliore del perchè tutte queste cose accadono. Sembro essere molto più calmo il più delle volte.

In seguito all' esperienza hai mai assunto sostanze o trovato situazioni che potessero riprodurla? no

Le risposte fornite a questo questionario descrivono accuratamente ed esaustivamente la tua esperienza? sì, ho toccato tutti gli eventi maggiori di cui mi ricordo direi. La maggior parte della informazione comunicata era "sentita" e "capita" piuttosto che spiegata. Era come usare sensi diversi per comunicare. Era davvero fico ora che ci penso.

Suggerimenti per migliorare il nostro sito e questionario? Non mi viene a mente nulla. Ma voglio ringraziarvi per avermi dato una opportunità di raccontare la storia. Mi sento meglio.