NDERF Home Page NDE recenti Inviaci la Tua NDE

NDE di Anne

 

DESCRIZIONE DELL' ESPERIENZA:

Il giorno prima della mia NDE ero stata dal medico perchè avevo problemi nello stare seduta. Quando esaminò il mio retto trovò un grave ascesso e venni immediatamente deferita ad un chirurgo per operarmi il giorno seguente. Quella notte, mentre stavo a letto, sentii il mio spirito lasciare il mio corpo e potei vedermi distesa sul letto, la cosa mi spaventò e cercai di svegliare mio marito ma non si svegliò.

Il giorno seguente in bagno stavo effettuando il clistere in preparazione per la chirurgia rettale e notai del sangue. Mentre ero in piedi iniziai ad essere molto tachicardica e molto spaventata, perchè sentivo che stavo per morire. Mi mancò presto il fiato e sapevo che stavo per morire. Iniziai a pregare perchè non volevo che i miei bambini mi trovassero morta nel bagno, sentivo come se qualora mi fossi lasciata andare sarei morta e questa sensazione era lì con me ma mi faceva anche sentire molto in pace. Decisi di non lasciarmi andare e pensai che se mi fossi distesa nella vasca mi sarei invece rilassata... piuttosto che essere così ansiosa. Così entrai nella vasca e mentre stavo lì sentii ancora una volta il mio spirito lasciare il mio corpo e potei vedermi seduta nella vasca... questo mi terrorizzò letteralmente e saltai fuori della vasca perchè non volevo che i miei figli mi trovassero morta dentro una vasca. Strisciai verso il telefono e chiamai la mia vicina e le chiesi per favore di venire ad aiutarmi a vestirmi. Quando arrivò ero debole, ma andava bene tutto sommato, e riuscii a scendere le scale con lei. Il mio patrigno arrivò per portarmi dal chirurgo. Mentre ero nella sala di attesa, provarono a mettermi un accesso intravenoso ma ebbero difficoltà. Mi misurarono allora la pressione ma non riuscirono a rilevarla. Io risi e dissi all' infermiera che doveva essere un malfunzionamento. Quando l' anestesista entrò sentii il bisogno di dirgli di non lasciarmi morire. Ricordo che mi guardò come se fossi matta. Mi portarono in sala e mentre iniziavano a monitorarmi, vidi il ritmo cardiaco della onda V e guardai alla pressione e la minima stava scendendo sotto i quaranta. L' anestetista era molto agitato e iniziò a correre per la stanza poi, tutto ad un tratto, il mio spirito lasciò il mio corpo e venni risucchiata come in un vuoto. Il mio spirito saliva fuori dall' ospedale e fin dentro l' universo. Intendo dire pareva di stare a "Star Trek", il mio spirito viaggiava velocissimo e vidi la terra sotto di me e mi parve di stare in mezzo alle stelle. Poi tutto d'un tratto... sentii un "bum" e atterrai in questo luogo molto nuvoloso e la gente che vedevo lì erano tutte persone morte delle quali una volta mi ero occupata come infermiera. Mi diedero il benvenuto ed erano tutti sorridenti. Si fecero da parte e di mezzo a loro vidi venirmi incontro mio padre che era morto sei mesi prima. Ricordo come fui felice perchè amavo tanto mio padre e lui era morto. Mio padre mi sorrise e mi prese per mano e mi condusse in un tunnel. Il tunnel sembrava muoversi avanti e indietro, e andai verso il fondo. Questa luce brillava su di me e non sentivo alcun dolore, e un amore incredibile radiava dentro di me. Continuai a camminare nel tunnel e nel mezzo ora vi vidi una figura vestita in bianco con lunghi capelli e che mi dava la schiena. Sentivo un incredibile amore provenire da questa persona e io sapevo dentro di me che se si fosse voltato per guardarmi io sarei morta. Al di là di quest' uomo vi era un luogo incredibile. I colori erano interattivi e vivi. Sembrava un paradiso, eccetto... i colori erano vivi e le pietre e il cielo e l'erba e l' acqua tutto sembrava così bello e tutto sembrava interagire. Vidi la mia vita davanti a me passare come un film accelerato e vidi tutte le cose buone e tutte le cose cattive che avevo fatto nella mia intera vita. Improvvisamente udii tre voci... e dissero... "Puoi rimanere o puoi ritornare". E io ponderai, posso rimanere o posso andare? E dissi "non sono abbastanza buona per stare qui", e le voci dissero "Oh... ma lo sei"... e le voci erano così tenere... e il pensiero di restare era così seducente per me. Volevo rimanere con mio padre ma improvvisamente sentii questo strattonarmi per le spalle. Sembrava che mi tirassero e seppi subito che erano le preghiere della mia famiglia, dei miei bambini... e subito dissi "devo andare". Nello stesso momento ripercorsi il tunnel all' inverso in un istante e riattraversai l' universo e sentii un "bum" ed ero di nuovo nel mio corpo. Chino su di me c'era il mio medico e mi diceva "Anne perchè non mi hai detto che stavi così male, hai avuto un arresto cardiaco ti abbiamo rianimata e abbiamo effettuato l' intervento senza anestesia e probabilmente morirai, sei in shock settico". E io dissi "Oh no dottore, sono stata in paradiso e son dovuta tornare, non morirò". Sono stata molto male per sei mesi e ho avuto un totale di 5 interventi e sono stata in condizioni settiche molte volte, ma sono sopravvissuta.

E' difficile ripetere l'esperienza a parole? No

Al momento dell' evento la tua vita era in pericolo? Sì, sì ho avuto un arresto cardiaco sul tavolo operatorio e mi è stato detto dopo la mia NDE che sarei morta. Perchè ero in shock settico, ma non morii... sono sopravvissuta.

Come erano il tuo livello di autoconsapevolezza e coscienza in quel momento? Mi sentivo molto sveglia.

Era come un sogno? No per me era reale.

Hai sentito una separazione dal corpo?

Quale era il tuo aspetto fuori dal corpo? Sentii lo spirito che si separava dal copro, perchè per me era lo spirito che lasciava il corpo.

Che emozioni hai provato? Dapprima ero spaventata, ma poi estasiata e molto confortata.

Suoni o rumori insoliti? Ho sentito i "bum" del mio spirito lasciare e rientrare nel corpo. Ho sentito tre voci nel tunnel e tutte le altre sembravano svolgersi telepaticamente.

Sei passato per un tunnel? Sì ero nel mezzo di un tunnel solo che quando decisi di tornare, lo lasciai immediatamente.

Hai visto una luce? Sì c'era una luce davanti al tunnel ma era più come un gigantesco punto luce, che assorbiva tutti i dolori e restituiva amore puro.

Hai incontrato altre creature? Sì vidi tutti questi pazienti deceduti dei quali mi ero presa cura nella mia vita in qualità di infermiera, e vidi mio padre che era morto, e vidi quest' essere nel mezzo del tunnel che secondo me sembrava Gesù.

Hai avuto una rivisitazione della tua vita trascorsa? Sì tutta la mia vita mi è passata davanti in un lampo, tutte le esperienze buone e cattive, in un attimo. Ho imparato che in questa vita dobbiamo soprattutto amare. E delle nostre azioni si rende conto minuto per minuto, e delle reazioni l'uno con l'altro, e che le nostre vite sono così tanto interdipendenti l'una con l' altra e ogni vita è importante nel ciclo vitale. Ho imparato che il Suicidio è il peccato imperdonabile contro l'umanità perchè la vita è così da riverirsi e non da prendersi per scontata. Soffrire è necessario per più alti conseguimenti, e soprattutto siamo qui sulla terra per amare e essere amati. Ho imparato che un semplice sorriso, una parola gentile o un riconoscimento possono cambiare il corso della vita di una persona. Mi è stato dato un dono di insight, di visione, di consapevolezza spirituale di quel di cui l'universo è fatto.

Hai avuto nozione di eventi che in seguito si siano potute verificare come esatte? no

Hai visitato altri luoghi o paesaggi, livelli e dimensioni? Sì ho veduto il paradiso di là del tunnel, il posto più bello di quelli che io abbia visto sinora.

Spazio e tempo ti sembravano alterati? Sì sentivo di essere in una altra dimensione. Sentivo di essere in paradiso.

Hai avuto la sensazione di possedere una qualche conoscenza o sapienza speciale? Sì, sì ho sentito di conoscere il segreto dell' universo che è di amare incondizionatamente e senza misura.

Hai raggiunto una qualche struttura limitante o un confine? Sì sentii che lasciavo questa terra e che entravo in un altro luogo dove non ero mai stata prima.

Hai acquisito cognizione di eventi futuri? Sì seppi che sarei sopravvissuta a questa ordalia.

Sei stata coinvolta in decisioni riguardo al ritorno nel corpo fisico? Sì mi venne data la scelta fra restare o andarmene, e sentii la pressione della mia famiglia per tornare nel mio corpo così tornai.

Ritieni di avere posseduto sensazioni o poteri psichici prima di questa esperienza? Si a volte sento quello che le persone pensano, come se ne vedessi dentro il bene e il male, e ho trovato che la conduttività elettrica del mio corpo è cambiata, se sono molto agitata rimango chiusa nell' auto o le stampanti vanno in tilt, non posso indossare orologi a lungo perchè finisce che si fermano, e ho avuto visioni che si sono rivelate vere, posso sentire persone defunte a volte e capisco più cose. A volte mi sento agitata nello stare fra la folla perchè la loro energia mi si comunica e mi agita.

La tua vita o le tue credenze sono cambiate dopo questa esperienza? Sì la mia intera posizione nei confronti della vita è cambiata per il meglio.

L' esperienza ha influenzato il tuo rapporto con gli altri? Con la vita quotidiana, la pratica religiosa, la carriera eccetera? Sì dopo la mia esperienza molte persone sono venute da me per sentirmene parlare, e molte mi hanno detto che ne sono state profondamente cambiate. Alcuni sono scettici. Altri hanno ora un impegno maggiore nell' amare gli altri.

Quali emozioni hai avuto dopo questa esperienza? Molte emozioni, dubbi, credenze, fede, speranza, conoscenza conoscere che c'è una vita dopo la morte, nessuna paura della morte, compassione per i malati terminali. Agitazione, quando mi trovo in presenza di molta energia. Ma accettazione dei miei doni.

Quali sono la migliore e la peggiore parte della tua esperienza? La migliore che so che esiste vita dopo la morte, la peggiore che adesso sono differente, e qualche volta mi sento piuttosto sola, come se non facessi parte...

C'è nient' altro che vorresti aggiungere? E' accaduto per davvero, e mi ha cambiata per sempre.

La tua vita ha avuto delle modifiche specifiche in seguito a questa esperienza? Sì ho una consapevolezza acuta degli altri che soffrono, che provano dolore, che hanno bisogno di conforto... e ho la capacità di toccare i loro cuori.

In seguito all' esperienza hai mai assunto sostanze o trovato situazioni che potessero riprodurla? no

Le risposte fornite a questo questionario descrivono accuratamente ed esaustivamente la tua esperienza?